Faenza. La Galleria d’arte della Molinella ospita fino al 16 marzo (e in piena ottemperanza di quanto stabilito dai decreti ministeriali a seguito dell’emergenza Coronavirus, ndr) la mostra dedicata a Tonino Guerra in occasione del centenario della sua nascita. A questo proposito, l’associazione “Il Lavoro dei contadini” non solo l’ha organizzata, ma gli ha anche dedicato l’edizione 2020 dei “Lòm a Mêrz “. Curata da Rita Ronconi, l’esposizione dedicata al poeta permette a chi la visita di rimanere incantato dal suo mondo fatto di poesia, civiltà contadina e genuinità romagnola.

Legato da una profonda amicizia ad Italo Graziani, compianto presidente della associazione, Tonino Guerra è sempre stato un punto di riferimento per essa. “Su suggerimento del Maestro abbiamo rafforzato un forte legame con gli artigiani del territorio, gli artigiani delle tele stampate, delle ceramiche, dei vimini, del ferro battuto, del legno, quel lavoro artigiano così strettamente intrecciato alla vita contadina; in questa mostra si potrà ammirare e toccare con mano la professionalità di diversi e importanti artigiani del territorio che hanno avuto l’onore, il piacere e la fortuna di collaborare fattivamente con Guerra, e che con le loro opere esprimono lo spirito del Maestro: “Dobbiamo fare cose che siano di più della banale perfezione” afferma Lea Gardi, presidente dell’associazione”” .

(Annalaura Matatia)