Appena salutato l’ex sindaco Bruno Solaroli, Imola ripiomba nel lutto per la morte dell’ex sindaco Massimo Marchignoli.
I freddi bollettini emessi al seguito del Covid-19 rendono i lutti quasi impersonali; ci si affretta a sottolineare l’ età dei defunti, quasi a giustificare Sorella Morte e a trasformare il Mistero che la accompagna in una sorta di consolante, scontata decimazione.

Massimo Marchignoli

Carattere forte, decisionista autorevole e attento al panorama socio-politico a vasto raggio, ha percorso tanta parte della vita nel Pci, senza essere il comunista con il paraocchi. Caratteristica che ci ha permesso un rapporto da avversari, mai da nemici.

Ha amministrato con dedizione e amore Castel del Rio come la seconda famiglia e Imola con fervore istituzionale. La inaspettata mutazione elettorale di Castel del Rio lo ha addolorato, colpito e segnato nel profondo dell’ anima.

Ha governato Imola con dedizione senza rinunciare ad essere un uomo di sinistra, di sinistra illuminata. La sua radicata cultura umanistica lo ha sempre premiato nelle ricorrenze istituzionali e sociali; le sue analisi erano sempre puntuali e colte, senza supponenza. L’orazione in piazza Gramsci nell’occasione della tragedia dell’11 settembre 2001 è da ricordare alla pari con l’intervento di Solaroli per Aldo Moro.

Fu l’ occasione per un avvicinamento coraggioso e proficuo con la comunità islamica imolese e per il rafforzamento dei legami di Imola con la cultura ebraica che si espresse nelle solenni ricorrenze del “Giorno della Memoria”, con “Marcia della Pace” a seguire. Quale Presidente del Consiglio comunale di Imola, ricordo le discussioni con Marchignoli sindaco per l’organizzazione delle sedute consiliari. Toni vivaci, ma la soluzione era sempre trovata nell’ osservanza rigorosa delle rispettive competenze.

L’ ho incontrato a Castel del Rio in un torrido giugno 2019 e gli ho confermato la mia amicizia. Con analisi circostanziate, lucide e appassionate, senza lamenti, ma anche senza sconti, ha radiografato lo sconquasso politico-amministrativo che aveva colpito Imola.

Sei stato un buon Sindaco, riposa in pace.
Ai famigliari il sincero cordoglio.

(Vittorio Feliciani)