Faenza. Nel corso di un incontro avvenuto nei giorni scorsi con i soggetti gestori dei nidi comunali e convenzionati, L’Unione della Romagna faentina ha concordato una fatturazione provvisoria alle famiglie relativamente alle rette dei nidi comunali e convenzionati per il mese di febbraio, che comprende le tre settimane del mese di febbraio nel quale il servizio è stato normalmente erogato.

E’ stato inoltre avviato un confronto tecnico per l’individuazione di misure di compensazione per i servizi educativi e scolastici non fruiti dalle famiglie nelle settimane successive al mese di febbraio.
“Abbiamo sollecitato Anci Emilia-Romagna affinché si possano adottare in tempi brevi misure omogenee sul territorio regionale che possano compensare famiglie, lavoratrici e lavoratori nel settore educativo dai disagi causati a seguito dei recenti provvedimenti di Regione Emilia-Romagna e Governo, resi necessari nell’ambito delle azioni di contenimento della diffusione del Coronavirus”, ha affermato il presidente dell’Unione Giovanni Malpezzi.

(Annalaura Matatia)