Massimo Marchignoli

Imola. Giungono ancora messaggi di cordoglio per la scomparsa, domenica 8 marzo, di Massimo Marchignoli. Stavolta è il partito a cui aveva aderito, Articolo 1 della Città metropolitana e del Circondario imolese, a mandare un comunicato vergato da Vladimiro Ferri e Antonio Borghi, ex sindaco di Dozza.

Tutta la nostra comunità di Articolo Uno è triste per la scomparsa di Massimo Marchignoli – viene scritto -. Un militante appassionato, un parlamentare competente, un amministratore amato e rispettato. Abbiamo già espresso alla famiglia le nostre più sincere condoglianze, anche attraverso un telegramma del nostro segretario nazionale e Ministro della Salute Roberto Speranza, tuttavia ci preme rendere pubblico il nostro cordoglio per il nostro ‘compagno’ di avventura politica. Massimo aveva aderito da subito ad Articolo Uno e non aveva fatto mancare il suo prezioso contributo. Massimo, nella sua attività di parlamentare, come da sindaco di Castel del Rio, consigliere provinciale, segretario politico, poi sindaco di Imola, ha dedicato tutta la sua vita per il bene delle nostre comunità, per rafforzarne l’autonomia, che non è mai stata chiusura. La sua passione politica traspariva in ogni atto e anche per questo è stato molto amato dai suoi concittadini. Oggi non è possibile, a causa delle doverose limitazioni per contenere il contagio del Coronavirus, effettuare un funerale degno della sua statura di uomo politico, e per questo ci impegniamo, e lo chiediamo anche alle istituzioni che ha rappresentato, ad un momento pubblico che ne ricordi l’impegno e la figura appena sarà possibile programmarlo”.