Il sindaco di Castel San Pietro Fausto Tinti

Castel San Pietro (Bo). E’ molto preoccupato e addolorato il sindaco del Comune del Sillaro Fausto Tinti. “Questa è una giornata triste per Castel San Pietro Terme – dichiara il sindaco il 13 marzo – . Apprendiamo del primo decesso di una paziente positiva al Coronavirus. Purtroppo la cittadina, molto anziana e con patologie pregresse che era risultata positiva al virus lo scorso 8 marzo,  non ce l’ha fatta. Ci ha lasciati questa mattina. A nome mio, di tutta l’Amministrazione comunale e dell’intera comunità castellana, mi stringo alla famiglia ed esprimo tutto il nostro dolore e tutta la nostra vicinanza”.

“Non potevamo pensare che la nostra città potesse rimanere immune da quella che anche l’Organizzazione mondiale della sanità ha definito una pandemia – sottolinea Tinti -. In questi giorni il territorio del circondario imolese è messo a dura prova e l’autorità sanitaria sta svolgendo un attentissimo e duro lavoro per assistere i nostri concittadini e mettere in campo tutte le misure precauzionali necessarie alla riduzione del contagio. Siamo grati a tutti gli operatori sanitari per l’immane sforzo che stanno facendo e per la determinazione che mettono, sempre con attenzione e delicatezza nei nostri confronti, nel contrastare questa pandemia”.

“Mi tocca smentire, però, anche per informare correttamente i nostri cittadini, alcune notizie di stampa secondo cui le prime due diagnosi di  positività registrate a Castel San Pietro (oggi sono salite a tre, compreso il decesso) siano collegate al centro sociale di Medicina – conclude il primo cittadino -. Non è così, secondo l’autorità sanitaria competente, i casi positivi di Castel San Pietro Terme non appartengono al cluster medicinese (il gruppo più consistente, ndr) del contagio da Coronavirus. Il mio invito a tutti i cittadini è quello di sempre. Restiamo uniti, proviamo ad avere rispetto per noi stessi e per gli altri e continuiamo a mantenere la calma e ad attenerci scrupolosamente alle prescrizioni contenute nell’ultimo decreto emanato dal Presidente del Consiglio dei Ministri e nell’ultima ordinanza della Regione Emilia-Romagna. Non muoviamoci fra un Comune e l’altro ee evitiamo spostamenti inutili. Noi ce la stiamo mettendo tutta, fatelo anche voi: restate il più possibile a casa e ditelo anche alle persone che avete più a cuore e a tutti perché in questo momento chi vuole bene agli altri … li evita”.