Imola. Sono passate più di tre settimane dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte che sospendeva l’attività delle scuole, e da subito la scuola comunale di musica “Vassura-Baroncini” ha garantito un presidio in segreteria, per gestire le richieste di informazione da parte degli utenti.

Oltre a ciò, ha lavorato per individuare delle modalità che potessero assicurare, pur in questo difficile contesto, una continuità e prossimità didattica con gli allievi.

Ora, grazie alla disponibilità della quasi totalità dei 41 docenti (chi non ha aderito l’ha fatto solo per mancanza dei supporti tecnologici necessari) che si sono resi disponibili a svolgere lezioni a distanza online su diverse piattaforme, dalle proprie abitazioni e con mezzi propri, la scuola sta attivando, attualmente per i soli corsi individuali, attività di formazione a distanza, aperte a tutti quegli allievi iscritti che volessero aderire. Sono i docenti che contattano direttamente i propri allievi, chiedendo loro se sono disponibili a svolgere i corsi a distanza.

Questa iniziativa si accompagna al continuo contatto dei docenti con gli allievi, che è proseguito in queste settimane.

 

“Si tratta di un percorso sperimentale nato da una situazione di emergenza, il risultato di uno sforzo collettivo che contribuirà certamente a far sentire meno soli i tanti allievi, oltre 500, della scuola, che rimane sempre a disposizione con il proprio presidio in segreteria”, spiega Luca Rebeggiani, direttore della scuola comunale di Musica “Vassura Baroncini”.