Imola. Italia Viva intensifica il suo pressing, dopo che sul Pd, ora sul Commissario straordinario Nicola Izzo. Ecco l’interrogazione che i due referenti locali del partito che ha come leader nazionale Matteo Renzi, Giovanna Cappello e Matteo Martignani, inviano al Commissario.
L’argomento sono “le contravvenzioni elevate nei giorni scorsi alle autovetture parcheggiate nei posteggi a striscia blu del centro storico. Riteniamo che in questo periodo di fortissima emergenza per tutti, una buona Amministrazione si contraddistingua dal fatto che, stante la necessità di imporre sacrifici e limitazioni ai cittadini, contingentando legislativamente la libera circolazione al fine di preservare la salute pubblica, la stessa risponda con contributi concreti a favore della comunità stessa”.
“Pertanto – concludono Giovanna Cappello (sorella dell’ec candidata a sindaco perdente del centrosinistra nel 2018 Carmen, ndr) e Martignani – se da un lato è legittimo sanzionare chiunque contravvenga alle numerose ordinanze sulla limitazione degli spostamenti, dall’altro è necessario adottare misure semplici e virtuose da parte dell’Amministrazione che aiutino i cittadini a non incorrere in tali provvedimenti, come ad esempio la sospensione dei pagamenti delle soste degli autoveicoli negli stalli delimitati dalle strisce blu, e comprendendo anche il regime di disco orario. In questa maniera infatti si faciliterebbe la ricerca del parcheggio al rientro dal lavoro, si eviterebbe di dover uscire da casa per pagare la sosta ovvero per spostare l’automezzo. Questa lodevole iniziativa è già stata adottata con successo, raccogliendo il favore dei cittadini, in un Comune vicino al nostro, San Lazzaro di Savena, amministrato dalla capace e competente
Sindaca Isabella Conti (anch’essa di Italia Viva, ndr)”.