Imola. In tale situazione straordinaria in cui la necessità di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Coronavirus ha determinato la sospensione dell’attività scolastica, il Comune si è attivato per riprogrammare e ripensare ai servizi e gli interventi che mette a disposizione delle scuola, degli alunni e degli studenti per garantirne il diritto allo studio.

In questo particolare periodo, l’obiettivo del servizio Diritto allo studio del  Comune e di tutti gli operatori del Consorzio  Comunità  Solidale, impegnato nei diversi servizi svolti in appalto per il Comune nell’ambito del diritto allo studio, è quello di mantenere forte il legame con alunni e studenti, soprattutto quelli che hanno maggiori difficoltà, di tenere stretti i fili di una relazione educativa.

Gli ambiti in cui il servizio Diritto allo studio del Comune è prioritariamente impegnato a garantire la  continuità riguardano: 1) gli interventi educativi per alunni e studenti con disabilità;  2) l’alfabetizzazione e la mediazione linguistico-culturale per gli alunni stranieri e per le loro famiglie; 3) le azioni a supporto degli alunni e studenti con DSA(Disturbi specifici di apprendimento).

Area disabilità – Nelle scuole di Imola in questo anno scolastico sono iscritti complessivamente 352 alunni e studenti con disabilità, così ripartiti: scuole dell’infanzia (statali, comunali e paritarie private) 44, scuole primarie 126, scuole secondarie di 1° grado 90, scuole secondarie di 2° grado e FP 92 A questi si aggiungono 3 bambini nei nidi d’infanzia comunali e privati per un totale di 355.

Di  questi, gli alunni e studenti residenti nel Comune di Imola e quindi con interventi educativi  di competenza  del servizio Diritto allo studio del Comune di Imola sono 266, a cui si aggiungono altri 17 alunni/studenti con disabilità residenti ad Imola ma frequentanti scuole site in altri comuni (gli interventi educativi a sostegno degli alunni/studenti con disabilità sono di competenza del Comune di residenza) per un totale di 283. Gli interventi messi in campo durante l’anno scolastico a favore degli alunni con disabilità sono di diversi tipi: interventi individualizzati, di piccolo gruppo e per le intere classi come i laboratori ID (integrazione scolastica), che sono laboratori di abilità sociali, cucina, musica, teatrale, sportivo, ludico-comunicativo e il laboratorio “Andiamo a cavallo insieme”, realizzato in collaborazione con il Centro Ippico Sportivo Imolese. In questo periodo di sospensione delle attività scolastiche per tutti gli studenti ed alunni con disabilità, per i quali le scuole hanno fatto richiesta, sono stati attivati dal personale educativo interventi personalizzati con le modalità rese possibili dalla formazione a distanza e dalle piattaforme che le scuole rendono disponibili (video lezioni con la classe, incontri video con i singoli studenti, etc). Al momento sono già stati avviati oltre 130 interventi individuali, a cui giorno per giorno se ne aggiungono altri. E anche per alcuni dei laboratori ID, di integrazione scolastica, si sta verificando la possibilità di realizzarli a distanza, con tutto il gruppo classe.

Alunni stranieri – Per quanto riguarda gli alunni stranieri frequentanti gli istituti comprensivi di Imola, di recente immigrazione o che presentano ancora importanti difficoltà nella comprensione e nell’utilizzo della lingua italiana e per le loro famiglie, il servizio Diritto allo studio del Comune ha già messo a disposizione delle scuole la possibilità di avere la traduzione di circolari/informative e un servizio di  mediazione linguistico-culturale. Un servizio utile a mantenere il rapporto con le famiglie che hanno difficoltà nella comprensione della lingua italiana  e necessario a dare un aiuto nell’utilizzo del registro elettronico e di altre modalità a distanza che la scuola ha attivato per i rapporti con i genitori e con gli alunni. Inoltre si sta lavorando per dare continuità anche agli interventi di alfabetizzazione linguistica ed ai laboratori di lingua  italiana.  Su richiesta delle scuole si sta valutando anche la possibilità di tradurre materiali didattici necessari a garantire agli alunni con maggiori difficoltà linguistiche la disponibilità di contenuti  accessibili.

Alunni e studenti con ‘Disturbi specifici di apprendimento’ – Per quanto riguarda gli interventi rivolti agli studenti con disturbi specifici di apprendimento si dà continuità tanto alle attività dello “Sportello di consulenza psico-educativa”, quanto al progetto “Anch’io imparo”.Lo ‘Sportello’, nelle scuole superiori in cui era stato attivato, garantisce ora con modalità a distanza  la consulenza finalizzata a sostenere gli studenti nell’acquisizione di un metodo di studio personalizzato, nell’utilizzo degli strumenti compensativi ed anche di strumenti per gestire gli aspetti psicologici che possono essere collegati ai disturbi specifici dell’apprendimento. Per gli alunni delle scuole secondarie di primo grado, che ne faranno richiesta, nell’ambito del progetto “Anch’io imparo”, a partire dai prossimi giorni  sarà messo a disposizione un aiuto on line per un supporto al metodo di studio e alla realizzazione dei compiti.

Perseguire con modalità nuove gli obiettivi fissati all’inizio dell’anno scolastico – Ripensare gli interventi educativi in una modalità a distanza vuol dire inventare, costruire strategie, strumenti e contenuti che consentano di perseguire per ogni studente gli obiettivi che ad inizio anno scolastico erano stati individuati, ma con modalità nuove ed inedite. Vuol dire anche lavorare in stretta relazione ed interscambio professionale con i docenti perché attività educativa ed attività didattica a distanza, si integrino, si rafforzino a vicenda.

Un lavoro che richiede grande professionalità, competenze e creatività, qualità che tutto il personale del Consorzio  Comunità  Solidale, impegnato nei diversi servizi svolti in appalto per il Comune di Imola nell’ambito del diritto allo studio, sta mettendo a disposizione, insieme al  servizio Diritto allo studio del  Comune, di scuole e studenti. Così come sta facendo il mondo della scuola.