Il presidente dell’Anpi Gabrio Salieri

Imola. Di fronte all’emergenza Coronavirus, l’Anpi si vede costretta ad annullare, dopo le iniziative di marzo, pure quelle di aprile. Lo spiega in una lettera il presidente Gabrio Salieri.

“Di fronte a questa situazione l’Anpi di Imola ha chiuso temporaneamente la propria sede e sta rivedendo il proprio programma, dopo aver già rinviato le iniziative previste in marzo – scrive Salieri -. La situazione, ancora in piena emergenza, ci impone purtroppo anche il rinvio a data da destinarsi delle iniziative di aprile (e di conseguenza anche della partecipazione delle scuole per il progetto ‘Quando un posto diventa un luogo’, per il quale proporremo anche un recupero per la cerimonia a La Rossa). Speriamo di fermarci qui; speriamo dal prossimo maggio di riprendere quanto più possibile del programma rinviato e poter continuare nelle iniziative già programmate”.

“Il nostro impegno è questo, anche perché quest’anno ricorre il 75° anniversario della Liberazione e della fine della seconda guerra mondiale – ricorda in conclusione il presidente -. Le Anpi del circondario avevano iniziato ad organizzare, con le istituzioni (i Comuni e il Circondario), le associazioni combattentistiche, le forze sociali e religiose, insieme a Ca’ di Malanca, alle Istituzioni faentine e ravennati e a tutte le Anpi facenti parte della “Linea Gotica”, una grande iniziativa per il prossimo maggio, anniversario della vittoria nella seconda guerra mondiale. Forse non ce la faremo per quella data, ma non demorderemo, nemmeno di fronte al nemico subdolo e terribile che ci sta mettendo così duramente alla prova”.