Il Comune di Imola ha aderito oggi all’iniziativa promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri ed a quella analoga di solidarietà espressa dall’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) a ricordo delle vittime del Coronavirus e per onorare gli operatori sanitari impegnati nella lotta al Covid-19. Bandiere del municipio a mezz’asta e campane del palazzo comunale suonate ‘a lutto’, per un minuto, alle 12 del 31 marzo, mentre i dipendenti comunali hanno osservato un minuto di silenzio, restando ognuno presso la propria postazione di lavoro. Come definito per i sindaci, il Commissario straordinario al Comune Nicola Izzo, ha presenziato all’iniziativa davanti all’ingresso del Municipio, in piazza Matteotti.

Anche a Castel San Pietro, a mezzogiorno di martedì 31 marzo, giornata dedicata al ricordo delle vittime dell’epidemia da Coronavirus  promossa dall’Anci, mentre in piazza XX Settembre si diffondevano le note del Silenzio suonate dal Maestro Giuseppe Lentini, direttore del Corpo Bandistico di Castel San Pietro Terme, davanti al Municipio il sindaco Fausto Tinti ha reso omaggio a nome di tutta la città alla memoria delle tante persone scomparse e ha rivolto un pensiero solidale alle famiglie colpite dalla loro perdita, che non hanno potuto nemmeno rivolgere l’ultimo saluto ai loro cari con una cerimonia funebre, e agli operatori sanitari impegnati sul campo. Un momento  toccante che si può rivedere nel breve video pubblicato sulla pagina Facebook e sul sito web del Comune.

“E’ stato un piccolo gesto – sottolinea il sindaco Tinti – per dimostrare la nostra vicinanza ad ogni persona e famiglia che in questo momento stanno vivendo il dramma del lutto e della malattia. E per ricordare loro che non sono soli e che il dolore che stanno attraversando è anche il nostro dolore. Castel San Pietro Terme è una comunità coesa, che si stringe nella battaglia contro questo maledetto virus. Restiamo uniti e ne verremo fuori tutti insieme”.