Bagnacavallo. In queste ultime settimane il nostro Paese si è trovato ad affrontare una sfida inedita. L’epidemia causata dal Coronavirus ha imposto a tutti una repentina e inevitabile revisione dei propri stili di vita. Le disposizioni via via emanate da Governo, Regione e Comuni sono state accolte non senza difficoltà, ma con grande senso civico dalla stragrande maggioranza degli italiani, che hanno compreso la gravità della situazione e si sono affidati alla scienza e alle direttive impartite dall’Istituto Superiore di Sanità.

La situazione in Bassa Romagna, pur nel contesto di eccezionalità che sta vivendo l’Italia intera, è sotto controllo dal punto di vista sanitario, grazie soprattutto allo straordinario lavoro di medici e infermieri e dei volontari a loro supporto e alla fondamentale collaborazione di cittadini e imprese. Un grande lavoro di squadra dove ognuno sta facendo la propria parte con grande senso civico e abnegazione.

Il questo panorama, ai sindaci spettano alcuni passaggi fondamentali in una catena istituzionale che si sta dimostrando salda e determinata. In primo luogo vi è il rapporto con l’Ausl e la Prefettura per tutto ciò che riguarda l’emergenza sanitaria e la gestione dei casi di positività che emergono sul territorio. Vi è poi la necessaria attività di supporto al tessuto sociale nel suo complesso, resa possibile grazie al prezioso lavoro dei Servizi Sociali e della Protezione Civile, con il sostegno di tante associazioni e volontari che in vario modo stanno contribuendo a non lasciare solo chi per questa emergenza sta pagando un prezzo molto alto, in particolare anziani, disoccupati e persone più fragili. Infine, e in questo  come in molti altri casi l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna si rivela quanto mai strategica, vi sono gli interventi a sostegno delle imprese che a causa delle restrizioni imposte per contrastare la diffusione dell’epidemia hanno subito un drammatico stop alle loro attività. Il Governo è intervenuto fin da subito, e assieme alla Regione Emilia-Romagna anche noi Amministrazioni locali stiamo mettendo in campo quanto di nostra competenza.

Siamo tutti profondamente consapevoli che, una volta superata la fase acuta dell’epidemia, una ripartenza cauta ma al tempo stesso decisa sarà fondamentale. Come amministratori siamo e saremo accanto a cittadini e imprese, siamo e saremo sempre disponibili a studiare soluzioni di sostegno, siamo e saremo impegnati in prima linea per far sì che nessuno venga lasciato indietro. Tutti assieme ci ritroveremo, a Bagnacavallo come nelle frazioni, a vivere le nostre piazze, le nostre strade, i nostri parchi, i nostri musei e i nostri luoghi di cultura, le nostre attività commerciali e di ristorazione: tutto ciò che ci ha reso un grande territorio e che in questi giorni di isolamento stiamo riscoprendo, con grande orgoglio.

(Eleonora Proni, sindaca di Bagnacavallo)