Imola. Proseguono al Montecatone Rehabilitation Institute le attività diagnostiche Coronavirus con tamponi provenienti dall’Unità di Crisi Regionale. Dal 22 marzo ad oggi, informa la Direzione Sanitaria, sono stati eseguiti oltre 300 test sia su pazienti (8 dei quali positivi) sia su operatori sanitari (11 positivi). Nella maggioranza dei casi le positività riguardano il reparto sub-acuti del secondo piano, isolato già a inizio emergenza.

Restano al momento confermate in Istituto le disposizioni emanate dall’Unità di Crisi che si affiancano a quelle disposte dal Governo e dalla Regione Emilia-Romagna: chiusura del punto di ristorazione del piano terra, della mensa e divieto di accesso a parenti e visitatori sia all’interno sia all’esterno dell’ospedale (quest’ultima prorogata fino al 13 aprile).

I vertici dell’ospedale per mielolesi ricorda infine che è attiva #nonlasciaresolonessuno l’iniziativa che consente a pazienti, caregiver (assistenti personali), familiari e operatori sanitari del territorio, di restare in contatto con MRI nonostante la chiusura temporanea delle attività di Day Hospital e Ambulatoriali attuata per contrastare la diffusione del Covid-19. Per essere contattati dagli specialisti dell’ospedale tramite telefono, mail, Skype, Google Hangouts, basterà compilare il form che si trova alla pagina del sito appositamente predisposta: www.montecatone.com/non-lasciare-solo-nessuno