Castel San Pietro (Bo). Venerdì 10 aprile dalle 9 alle 18, due squadre itineranti composte da volontari delle associazioni Carabinieri (ANC), Alpini (ANA) e Gruppo Scout in divisa stanno effettuando la distribuzione nel capoluogo, recandosi agli orari prestabiliti nei primi 22 punti di consegna (in tutto ne sono previsti 35 sul territorio comunale). Domani sabato 11, come previsto nel piano definito dal Coc, si proseguirà con la consegna nei rimanenti 13 punti a Osteria Grande, Varignana-Palesio, Poggio, Gallo, Molino Nuovo, Montecalderaro.

Il Piano di distribuzione con luoghi e orari, oltre ad essere pubblicato nel sito web www.cspietro.it e nella pagina Facebook del Comune, viene anche comunicato ai cittadini dal sindaco Fausto Tinti attraverso il servizio telefonico Alert System.

In ogni punto di distribuzione si possono recare solo i cittadini residenti nelle vie indicate nel piano. E’ ammessa una sola persona per ogni nucleo familiare, alla quale viene consegnata una busta contenente due mascherine con allegate un foglio di istruzioni, in cui si spiega come indossarle e toglierle una volta rientrati a casa, le modalità di smaltimento (sempre solo nei rifiuti indifferenziati), e vengono fornite alcune indicazioni: la mascherina non deve essere mai scambiata tra le persone, deve essere riposta in luogo pulito e asciutto e deve rimanere nel contesto domestico/familiare e non utilizzata come dispositivo nei luoghi di lavoro.

Le buste con le mascherine erano state confezionate nella giornata di giovedì 9 da altri 20 volontari coordinati da Coc.

Questa modalità di distribuzione è stata scelta al fine di rispettare contemporaneamente alcuni principi: fornire una dotazione funzionale ed efficace a tutta la popolazione; evitare movimenti nella città e nel territorio soprattutto delle categorie più fragili; evitare assembramenti soprattutto se disordinati e non in sicurezza, e tenendo conto della disponibilità limitata della dotazione.

Quella in distribuzione in questi giorni è una prima tranche di dispositivi di protezione individuale destinati esclusivamente alla cittadinanza. Nei prossimi giorni – e con modalità ancora da definire – saranno distribuiti anche gli ausili destinati alle imprese del territorio.