Il sindaco di Medicina Matteo Montanari

Medicina. Una breve cerimonia in cimitero, a un mese dal primo morto per Coronavirus nel Comune del Circondario più vicino a Bologna fino a pochi giorni fa ‘zona rossa’.

“E’ passato un mese da quando il primo amico ci ha lasciati per questo virus. Era il 9 marzo. Eccomi questa mattina assieme alla mia giunta. Ho posto una corona di fiori per ricordare tutte le persone che da inizio marzo se ne sono andate senza averle accompagnate, anche in questo loro ultimo viaggio, con il nostro affetto”, ha postato il 9 aprile il sindaco Matteo Montanari su Facebook.
“Sono i nostri genitori – prosegue – nonni, nonne, fratelli, sorelle. Ho colto così il suggerimento di tanti di voi. Aver vietato i funerali, impedito l’accesso ai cimiteri e alla camera mortuaria è uno dei provvedimenti più sofferti presi in questa emergenza. Grazie per la comprensione e per averne portato il peso con me. Nelle prossime settimane non potremo ancora mollare: dobbiamo vincere insieme questa battaglia, anche per loro. E quando potremo di nuovo stare vicini saremo tutti lì per ricordarli insieme”.