Un ritratto di Giuseppe Scarabelli

Imola. A causa delle restrizioni disposte dal Governo per il perdurare della pandemia Coronavirus, il convegno scientifico “Bicentenario  Scarabelliano 1820 – 2020”, celebrativo dei 200 anni dalla nascita del geologo, archeologo, statista liberale e filantropo Giuseppe Scarabelli e organizzato dal Comitato promotore per le celebrazioni dei 200 anni dalla nascita, è rinviato a data da destinarsi.

“Il Convegno Scientifico, inizialmente previsto a Imola per le giornate dal 23 al 25 aprile prossimi, ha in programma il riconoscimento internazionale a Imola della prima scuola italiana di Archeologia Preistorica, costituita nel 1850 – spiega il presidente del comitato Paolo Casadio Pirazzoli -. La scuola imolese fu fra le prime in Europa: già nel 1850 Giuseppe Scarabelli illustrava per la prima volta scientificamente le armi antiche di pietra dura, sia paleolitiche sia neolitiche, da lui raccolte sui colli dell’imolese. Inoltre il Convegno Scientifico ha anche in programma la presentazione della Carta delle variazioni geologiche della pianura tra Imola e Ravenna sulla zona a valle di Imola, che completa lo studio scientifico fatto da Scarabelli su quella a monte, del bacino imbrifero del fiume Santerno”.