Imola. Il Cidra, come tutti gli istituti storici aderenti all’Istituto Nazionale Parri, vuole anche in tempi di Coronavirus contribuire a ricordare i valori nati dalla lotta di Liberazione dal nazifascismo mettendo a disposizione quattro documentari, inerenti la storia del nostro territorio, da giovedì 23 aprile a sabato 2 maggio, giorno della resa ufficiale tedesca in Italia. Le opere sono visibili nel canale Youtube del Cidra al seguente link: https://www.youtube.com/playlist?list=PLUlQGIBEbjExrpR5TFypvnYn87AtxXs3l

E’ un’occasione per risentire le voci di alcuni indimenticati protagonisti di quegli anni come Elio Gollini, Alfiero Salieri, Vittoriano Zaccherini, Renzo Ricci Picciloni, Vincenzo Martelli e altri. che, paradossalmente, ci appaiono ancora più reali e vicini a noi anche se scomparsi da tempo, abituati come siamo ormai alle frequentazioni a distanza. La rete offre a tutti la possibilità di guardare e riguardare filmati rari o comunque di difficile reperimento, comodamente a casa in un momento in cui luogo e tempo sono sospesi, ma questa condizione ci permette forse di assaporare le storie senza contesti obbligati e condizionamenti e noi non ci siamo sottratti a questa sfida.

I filmati sono i seguenti:

Viaggio nella banalità del male – I campi nazisti di Mauthausen e Bolzano dalle voci dei deportati imolesi (2018)
Il documentario di Marco Carroli (Kam), prodotto dall’Aned Imola, racconta, attraverso le parole di Augusto e Franco Dall’Osso, Virginia Manaresi e Vittoriano Zaccherini, l’esperienza concentrazionaria di quattro partigiani imolesi nel Durchgangslager di Bolzano e nel KL di Mauthausen in Austria, uno dei più duri del Terzo Reich. Contestualmente viene tratteggiata una breve storia della sezione Aned imolese. Il coordinamento scientifico è di Marco Orazi (Cidra).

La Resistenza nell’Imolese, di Leonardo Bettocchi (2014)
Nel 2014 l’Anppia (Associazione nazionale perseguitati politici) e l’Anpi hanno prodotto il documentario di Leonardo Bettocchi sulla Resistenza imolese ricco di testimonianze dirette come quelle di Elio Gollini, Adolfo Barzagli, Vittorio Gardi, Alfiero Salieri, Giorgio Bettini, Virginia Manaresi, Tristano Minguzzi, Vittoriano Zaccherini  e di documenti e filmati. Al progetto hanno collaborato l’Aned e il Cidra.

Uomini e donne imolesi tra fascismo e democrazia (2012)
Documentario di 25 minuti a cura di Lea Marzocchi. Voci narranti Corrado Gambi e Marina Mazzolani. Montaggio audio/video di Michele D’Alessandro (Centro Musicale Cà Vaina). Un lungo percorso storico narrativo attraverso fotografie e documenti dall’avvento del fascismo alla lotta di liberazione nel territorio imolese.

Prima che cambi il tempo. Valle del Santerno – Porta per la libertà (Bacchilega, 2005)
Regia di Massimiliano Valli e il contributo di Elena Marchetti e Marco Orazi. Mettere insieme voci, volti, immagini, filmati, per ripercorrere la storia della Vallata del Santerno dal ‘900 ad oggi. L’intento non è stato quello di coprire tutti gli avvenimenti o essere esaustivi, ma di tracciare l’immagine di un territorio, del cammino che ha percorso, soffermandoci in particolare sugli anni della guerra e sulla lotta di liberazione. Abbiamo voluto farlo attraverso le testimonianze di uomini e donne che hanno attraversato quegli anni, la guerra con il suo carico di distruzione e di sofferenza, la Resistenza con la sua lotta per una società libera e giusta. Testimonianze di: Giovanna Amaducci, Elide Biagi, Reginald Collins, Franceschi Enes, Dina Galeotti, Sisto Giovannini, Elio Gollini, Vincenzo Martelli, Norma Poli, Renzo Ricci Picciloni, Quartiero Ronchi, Giorgio Tonni, Bruno Turrini, Giulio Visani, Edward Wike-Smith.