Imola. Si è conclusa nel pomeriggio del 20 aprile la consegna, coordinata dal Servizio di Protezione civile del Comune, delle circa 31mila mascherine chirurgiche che la Regione Emilia ha destinato alla città. Posta all’interno di una busta di plastica chiusa, è stata distribuita una mascherina per famiglia, inserita dentro la buchetta postale, insieme ad un foglio con le indicazioni sul suo utilizzo, redatte da Regione Emilia Romagna, Anci e Upi regionali. Poiché le famiglie residenti a Imola sono 32mila, per coprire l’intero fabbisogno, il Comune ha acquistato circa un migliaio di mascherine chirurgiche, uguali a quelle ricevute dalla regione, garantendo in questo modo una mascherina ad ogni famiglia residente in città.

Decine di volontari impegnati – Ricordiamo che ad inserire una mascherina in ogni busta di plastica, abbinata al foglio illustrativo, sono stati gli operatori del Servizio di Protezione civile del Comune, con il supporto di dipendenti comunali di altri servizi, oltre che dell’Associazione CB Imolese e della Croce Rossa Italiana – Comitato di Imola. In quattro giorni di lavoro, sono stati coinvolte quotidianamente circa una trentina di persone. Mentre nella distribuzione, cominciata la vigilia di Pasqua, sono state impegnate l’Associazione CB Imolese; Auser; Agesci Scout Zona di Imola; Avod; Anteas; Gam; Cai. In totale, sono stati mediamente 80 i volontari attivi ogni giorno nella consegna delle mascherine. A tutte le persone impegnate nell’imbustare e nel consegnare le mascherine va un grande ringraziamento da parte del Comune di Imola, per il prezioso e insostituibile lavoro svolto con grande disponibilità e sensibilità.

Circa 40 segnalazioni di mancato ricevimento –Sulle 32mila mascherine distribuite ad altrettante famiglie, ad oggi sono circa 40 le famiglie che hanno segnalato al Servizio di Protezione civile del Comune di non aver ricevuto la mascherina, comprese le 15 famiglie che risiedono in un condomino di via San Francesco che hanno denunciato il furto dalle loro buchette. Pertanto, il Servizio di Protezione civile del Comune ha dato incarico all’Agesci Scout Zona di Imola di procedere dal 21 aprile mattina alla consegna delle mascherine a tutta la quarantina di famiglie che non le hanno ricevute. Eventuali ulteriori segnalazioni di mancato ricevimento delle mascherine possono essere fatte al centralino del Comune di Imola (tel.0542.602111), che provvederà a inoltrarle al Servizio di Protezione civile del Comune.

Lo spirito solidaristico di oltre 500 famiglie – Se il furto delle mascherine dalle buchette è un fatto davvero deprecabile, dall’altro lato va sottolineato lo spirito solidaristico di oltre 500 famiglie che hanno rinunciato a ricevere la mascherina, in quanto ne erano già dotate. Queste famiglie hanno così raccolto l’appello che, in tale senso, aveva fatto il Comune, che metterà le mascherine non consegnate a disposizione dei cittadini, mano a mano che vengono segnalate particolari esigenze.