Richard Galliano con la sua fisarmonica

Imola. Giovedì 23 aprile, in prima serata (tra le 20 e le 21) su Lepida Tv (canale 118 del digitale terrestre, Lepida.tv e su YouTube), in onda la prima parte del concerto Richard Galliano & Friends, con il grande virtuoso francese della fisarmonica e del bandoneon, Massimo Mercelli al flauto e il quintetto de I Solisti Aquilani. Il concerto è stato registrato all’interno della suggestiva Rocca Sforzesca di Imola, il 17 luglio 2019, nell’ambito della XIX edizione dell’Emilia Romagna Festival.

Un’occasione per lasciarsi trascinare dall’entusiasmante fisarmonica di Richard Galliano, qui in veste di compositore e solista, affiancato dai suoi amici e colleghi musicisti, attraverso epoche lontane, affascinati dalla musica senza tempo di Bach in dialogo con la musica del presente.

Il concerto si apre all’insegna del barocco autentico con il concerto in la minore per violino e archi di Bach trascritto per fisarmonica: qui lo strumento di Galliano si presenterà in veste concertante, rivaleggiando cioè in bravura con gli altri interpreti.

A seguire Jade, per flauto, fisarmonica e archi, scritto dal visionario Richard Galliano su commissione ERF, e dedicato a Massimo Mercelli. Scritto pensando alla volubilità del flauto, il concerto è modellato sul virtuosismo e sul suono affascinante del suo primo interprete e dedicatario. Lasciando la parola a Galliano: “Il primo movimento è un valzer ‘New Musette’, tinto di jazz e di swing. Il secondo, una pavana – metamorfosi di un’antica danza di corte -, esplora il suono soave del flauto basso e l’evocazione poetica di una malinconica melodia parigina. Immaginiamo sullo sfondo le più suggestive vedute di Parigi: Montmartre, le rive della Senna. Il terzo è un movimento perpetuo alla maniera del chorinho (un genere della musica strumentale tradizionale brasiliana) che sfrutta appieno sia il virtuosismo sia il ritmo, e mette in luce tutti i possibili dialoghi tra il flauto e gli archi. Jade è un’ode alla gioia di vivere, all’allegria, alla felicità”.

Sarà infine Contrafactus per flauto e archi di Giovanni Sollima a chiudere questa prima parte del concerto, coi suoi tre movimenti: lento, ritmico, moderato. Il titolo si riferisce alla prassi medioevale della contraffazione e il brano, basato su un frammento della venticinquesima variazione delle Goldberg di Bach, trae ispirazione dalla lettura del geniale saggio Gödel, Escher, Bach: un’eterna ghirlanda brillante (Adelphi) del filosofo Douglas Hofstadter.

Il concerto andrà in onda, in prima serata tra le 20 e le 21, all’interno del palinsesto di Lepida TV, in TV sul canale 118 del DT Emilia-Romagna, in Vod sul sito Lepida.tv, in streaming web sul canale YouTube di Lepida e sulla piattaforma regionale “Emilia Romagna Creativa” (www.emiliaromagnacreativa.it).

La messa in onda è resa possibile dall’assessorato alla Cultura della Regione Emilia Romagna che dall’inizio della quarantena per il Covid 19, ha deciso di programmare ogni giorno, dalle 18 alle 23, una striscia quotidiana di programmi culturali sul portale “Emilia Romagna Creativa” (https://www. emiliaromagnacreativa.it/) e su Lepida Tv all’insegna del motto #laculturanonsiferma.