Il deputato del Pd Serse Soverini

Bologna. Si è costituito il 20 aprile il Tavolo dei parlamentari dell’area metropolitana bolognese, convocato dal sindaco di Bologna Virginio Merola, per condividere e coordinare i provvedimenti da adottare per la “fase 2” dell’emergenza Coronavirus anche nel territorio imolese.

“Lo spirito con cui il Tavolo ha cominciato il proprio lavoro è già molto positivo – commenta Serse Soverini, deputato del Partito democratico eletto nella circoscrizione di Imola e promotore della costituzione del Tavolo metropolitano per la sicurezza sul lavoro già partito –. La maggioranza e le opposizioni hanno condiviso l’idea di lavorare fianco a fianco per individuare le buone pratiche che consentiranno all’area metropolitana di uscire dall’emergenza coronavirus, per mettere a fuoco le richieste del territorio da sottoporre al Governo, e per rappresentare e sostenere a livello nazionale le proposte più valide che vedranno la luce e verranno sperimentate nell’area metropolitana bolognese”.

In particolare, “la scuola dovrà essere uno fra gli argomenti centrali da affrontare – aggiunge Soverini –. Non possiamo immaginare una ‘fase 2’ senza che il mondo della scuola ne sia un protagonista alla pari”.

Nel frattempo, “è stato accettato, e dunque verrà discusso, l’emendamento al decreto ‘Cura Italia’ che ho presentato come primo firmatario assieme ad altri deputati del Pd (come Andrea De Maria e l’ex ministro Graziano Delrio) per chiedere la costituzione di un Tavolo per la sicurezza sul lavoro anche a livello nazionale», conclude Soverini.