Castel San Pietro (Bo). Prosegue la consegna dei buoni spesa emessi dall’Amministrazione comunale a favore delle famiglie che si trovano in difficoltà per motivi connessi all’emergenza sanitaria da Coronavirus. Lunedì 20 aprile, i volontari coordinati dal Centro Operativo Comunale – Coc della Protezione Civile castellana hanno distribuito a 57 famiglie buoni per un importo complessivo 21.670 euro. La prima consegna di buoni spesa, effettuata prima di Pasqua, nella serata di giovedì 9 aprile, aveva raggiunto 120 famiglie per un importo complessivo di 45.860 euro.

Il termine per fare la richiesta dei buoni spesa è scaduto sabato 18 aprile. Sono pervenute circa 400 domande, ma diverse non sono complete e necessitano di verifiche. In questi giorni, i richiedenti vengono contattati direttamente dall’ufficio e, una volta completate le istruttorie, si organizzerà la terza e ultima consegna di buoni.

“Fra le domande fino ad ora esaminate, oltre alle 177 ammesse, diverse sono state escluse perché non rispondenti ai criteri del bando. Le verifiche hanno richiesto tempo, ma sono state molto accurate e continueremo così anche in questa seconda fase – sottolinea il vicesindaco, Andrea Bondi –. Volevamo raggiungere il maggior numero di cittadini in difficoltà, dando loro un contributo materiale per sostenere le spese per l’acquisto di generi alimentari e il numero delle domande pervenute ci permette di dire che questo obiettivo è stato raggiunto. Anche in questa occasione vogliamo confermare un caposaldo della nostra Amministrazione: si aiuta chi fa più fatica, ma nel rigoroso rispetto delle regole. Questo da sempre ci ha permesso di essere una comunità unita e vogliamo esserlo sempre di più, anche in questa situazione di difficoltà”.

I buoni spesa hanno il valore di 10 euro ciascuno. Si possono utilizzare fino al 30 giugno presso i 30 esercizi commerciali indicati nell’elenco pubblicato nel sito del Comune (che sono stati individuati con un altro bando) per acquistare generi alimentari, ad eccezione di bibite, vini, spumanti, distillati e aperitivi. Possono, inoltre, essere utilizzati per i seguenti prodotti non alimentari: ricariche telefoniche, articoli per l’igiene personale e per la casa, per l’igiene dell’infanzia, combustibile per uso domestico (in particolare per il riscaldamento degli ambienti) e articoli per l’illuminazione e la manutenzione della casa.

Per informazioni telefonare al numero dello Sportello Cittadino 051 6954158 dedicato a questa iniziativa, attivo  dal lunedì al venerdì ore 8,30-12,30 e anche nei pomeriggi di martedì ore 15-17,45 e giovedì ore 12,30-17,45.