Imola. Con l’ordinanza firmata il 22 aprile dal presidente della Regione Emilia Romagna, fino al 3 maggio, fra le altre attività, “è consentita la coltivazione del terreno per uso agricolo e l’attività diretta alla produzione per autoconsumo anche all’interno di orti urbani e comunali. Tali attività potranno avvenire esclusivamente all’interno del proprio Comune di residenza”.

La stessa ordinanza, inoltre specifica che “è consentita la vendita in esercizi commerciali al dettaglio di prodotti florovivaistici, quali a titolo di esempio semi, piante, fiori ornamentali, piante in vaso, fertilizzanti”. Su questo punto, Imola si era attivata nei giorni scorsi, recependo quanto indicato dal parere del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, riguardante l’attività di vendita al dettaglio di piante e fiori.