Imola. Grazie alla collaborazione tra la Casa della cultura islamica di Imola e l’associazione Italo-Kuwaitiana per le Opere Umanitarie quest’ultima ha donato al Comune di Imola cinquemila mascherine chirurgiche che saranno distribuite per fare fronte all’emergenza di Coronavirus.

La consegna è stata effettuata il 29 aprile, in municipio, da parte del presidente della Casa della cultura islamica di Imola, Sabir Mohamed e del suo collaboratore Said Aoussar, alla presenza del Commissario straordinario al Comune di Imola Nicola Izzo, del vicecommissario, Sandra Pellegrino, del responsabile del Servizio di Protezione civile del Comune Stefano Mirri.

“Si tratta di un’iniziativa dell’Associazione no-profit Italo-Kuwaitiana per le Opere Umanitarie che opera a livello nazionale per esprimere vicinanza al nostro Paese in questo momento di dura prova. A livello nazionale sono in distribuzione 25mila mascherine tra diversi Comuni” ha spiegato il presidente Casa della cultura islamica di Imola, Sabir Mohamed.

Un “grazie di cuore per questo gesto di generosità, che testimonia il profondo legame e la piena integrazione della comunità islamica all’interno della realtà imolese” è stato espresso dal Commissario.

Queste mascherine saranno distribuite dal Servizio di Protezione civile del Comune alle famiglie imolesi, insieme a quelle che la Regione Emilia Romagna ha preannunciato farà avere al Comune nei prossimi giorni, che fanno seguito alla prima tranche di 31mila mascherine distribuite nelle scorse settimane.