Roma. Come ampiamente previsto niente apertura delle scuole il 18 maggio. Pertanto si procederà come previsto dal Decreto legge n. 22 dell’8 aprile al Comma 4 con alcune varianti che saranno contenute in una nuova ordinanza attesa per i prossimi giorni. Pertanto per le classi delle scuole di ogni ordine e grado non interessate ala prova di esame finale le lezioni continueranno con modalità online fino alla conclusione dell’anno scolastico, nessun studente sarà bocciato pur in presenza di insufficienze nella pagella finale.

Per le classi terze della media inferiore l’esame si completerà con la presentazione di una tesina su un argomento concordato con gli insegnati. Quindi nessuna presenza nelle aule scolastiche. Mentre è probabile che ciò avvenga per l’esame di maturità. Infatti si lavora su un’ipotesi di un esame orale in aula alla presenza di una commissione interna, garantendo sicurezza con il distanziamento ed, eventualmente, la mascherina, anche se questa potrebbe essere abbassata durante l’interrogazione.

Il punteggio della prova orale varrà fino ad un massimo di 40 punti, per gli altri 60 varranno i risultati ottenuti nei tre anni precedenti.