Non vogliamo puntare il dito contro nessuno, ma rispetto allemergenza sanitaria che stiamo tutti vivendo legata al Coronavirus, siamo molto preoccupati per limpossibilità di recuperare un numero sufficiente di mascherine che, anche in questa fase due, tutelino la salute dei nostri cittadini. È con queste parole che il presidente di Sfera Farmacie Roberto Rava, vuole comunicare alle persone che vivono nei comuni di Budrio, Castel Bolognese, Castel San Pietro, Faenza, Imola, Lugo, Medicina e Molinella, nei quali sono presenti le farmacie del Gruppo Sfera, la situazione legata alla scarsità di questo prezioso materiale sanitario

Da sempre al servizio del cittadino, Sfera Farmacie, nonostante il momento, opera a pieno regime ogni giorno ed è in contatto diretto sia con tutti i fornitori abituali che con nuove aziende per cercare di reperire il materiale da fornire alle farmacie nel rispetto delle normative vigenti

Le nostre farmacie afferma la direttrice generale di Sfera Farmacie, la Dottoressa Doriana DallOlio si scontrano con una seria difficoltà nellapprovvigionamento delle mascherine protettive che devono necessariamente essere conformi alla legge italiana prima di essere distribuite al pubblico. È infatti da ricordare come la maggior parte delle spedizioni provengono dalla Cina e spesso la merce viene bloccata alla frontiera perché sprovvista di tutte le certificazioni necessarie. Molte aziende in questo momento ci propongono i loro prodotti, ma non tutti gli articoli sono autorizzati alla vendita. Concludendo come in questo periodo, dallinizio dellepidemia, abbiamo distribuito tra chirurgiche, FFP2, FFP2 con valvola e le lavabili, più di 106mila mascherine

Sfera Farmacie continua con impegno nella ricerca di questo materiale sanitario e ci tiene a precisare che le sue farmacie sono a disposizione dei cittadini per prenotare le mascherine e avvertire i clienti al momento dellarrivo nei punti vendita e con la speranza di risolvere la situazione il prima possibile