Cervia. Non le manda a dire l’assessore regionale al Turismo Andrea Corsini, intervenuto in videoconferenza con alcuni studenti della città del Sale.

L’assessore regionale Emilia Romagna al Turismo Andrea Corsini

Coi più giovani, il politico Dem ha cercato di sensibilizzare i punti più importanti della Fase 2, conscio che specialmente questa categoria, abbia preso troppo alla leggera l’attuale fase di contenimento. “Ho visto troppa gente in giro senza mascherina, bisogna rispettare le regole.” Ha segnalato il politico di Via Aldo Moro, spiegando che la guardia vada tenuta sempre alta, altrimenti si rischierebbe di “vanificare ogni sforzo”. E poi, precisa:”Occorre sempre ricordare che si riaprono le attività grazie al quadro sanitario” spiegando che “Da lunedì si potranno fare alcune cose, però facciamole con responsabilità. Non commettiamo un errore fatale per la nostra economia.”


L’assessore con deleghe al Turismo e Commercio, mobilità e infrastrutture, ha poi affrontato il tema riguardante il turismo, in un quadro di afflusso alla riviera che, probabilmente, sarà costellato da numeri esigui rispetto ad un tempo. Anticipando però, che sono previsti investimenti per la promozione della riviera romagnola. Corsini ha poi spiegato il grande lavoro di questi giorni per poter permettere la riapertura di tutti i servizi a partire da lunedì 18 maggio. I tavoli tecnici della Regione infatti, sono stati chiamati a definire i complessi protocolli di sicurezza per il riavvio delle diverse attività ora sospese, nel rispetto delle linee guida nazionali.
“Ancora una volta l’Emilia-Romagna, io credo, con le proprie Istituzioni e le proprie rappresentanze economiche e sindacali, si è fatta trovare pronta per affrontare la più grave crisi che ha colpito l’Italia dopo il dopoguerra. Con determinazione si è attrezzata a ripartire, non senza coraggio e nel rispetto delle regole. Non ci si può certo permettere che i contagi ripartano”.

(Aris Alpi)