Faenza. E’ prevista per lunedì 18 maggio la riapertura al pubblico di tutte le biblioteche dell’Unione della Romagna Faentina. Grazie alle rete di volontari, nelle ultime settimane era stato attivato in tutte le biblioteche, il prestito a domicilio senza contatto. L’iniziativa ha riscosso unanime consensi, così come altrettanto ottimo è stato il riscontro delle proposte sui canali social pensate per stare accanto al pubblico, promuovendo e-book e servizi digitali, proponendo laboratori dedicati ai segnalibri, agli ex libris, alle marche tipografiche, ai fondi archivistici e ai libri antichi. Sono state inoltre pubblicate recensioni e percorsi bibliografici e per i più piccoli sono state ideate le recensioni animate.

Biblioteche online (Foto Regione Emilia Romagna)

Le biblioteche riapriranno per il solo servizio di prestito e restituzione. Lo faranno all’insegna della gradualità e della cautela, per garantire agli utenti e al personale la massima sicurezza, mentre gli orari di apertura saranno ridotti, non saranno consentiti gli accessi agli spazi, agli scaffali e alle sale studio. Non sarà consentita la consultazione dei quotidiani e non sarà possibile utilizzare le postazioni internet.

Per garantire la sicurezza verranno adottate tutte le misure previste dai protocolli nei luoghi di lavoro e negli spazi aperti al pubblico, alle quali si aggiungono le indicazioni previste a livello nazionale e regionale relative al periodo “quarantena” del materiale che verrà restituito, prima di rimetterlo in circolazione.
Le postazioni del front office sono state dotate di separatori, sono stati predisposti percorsi specifici per il pubblico, al quale sarà chiesto di mantenere il distanziamento, di indossare le mascherine (prive di valvola), utilizzare il gel igienizzante posto all’ingresso. Il personale delle biblioteche sarà a disposizione del pubblico e cercherà di fornire tutte le informazioni che potranno essere utili.

Per un servizio più efficiente, il pubblico può prenotare da casa i libri mandando una mail alle biblioteche, così da trovare i documenti già pronti per essere ritirati.
Sempre utilizzando le mail si potranno ricevere proposte, percorsi e suggerimenti di libri, film e musica, che si andranno ad aggiungere ai tanti già proposti in queste settimane di chiusura.
Tutte le biblioteche manterranno il prestito a domicilio, che in queste settimane è stato particolarmente apprezzato, soprattutto dai più piccoli, particolarmente affezionati alla loro biblioteca. Tutti gli orari di apertura sono consultabili sui siti istituzionali e sulle pagine Facebook delle rispettive biblioteche.

(Annalaura Matatia)