Imola. Giovedì 21 maggio riapre il mercato trisettimanale in forma sperimentale. Lo stabilisce un’apposita ordinanza a firma del Commissario straordinario al Comune Nicola Izzo. Ricordiamo il mercato ambulante si svolge nelle piazze e vie del centro storico la  mattina del martedì, giovedì e sabato e si articola in oltre un centinaio di posteggi.

In ottemperanza alle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Coronavirus, previste dalla specifico protocollo della Regione Emilia Romagna per lo svolgimento in sicurezza del commercio su aree pubbliche, il mercato si svolgerà tenendo conto di specifiche condizioni sia per gli operatori sia per la clientela. Si tratta di modalità di svolgimento sulle quali è stato “raccolto il parere di Anva e Fiva, associazioni maggiormente rappresentative del commercio su aree pubbliche” spiega l’ordinanza che ribadisce come si sia “ritenuto inoltre necessario attuare ogni misura possibile volta a tutelare la salute pubblica, garantendo al contempo lo svolgimento dell’attività commerciale, nel rispetto delle misure di sicurezza anti-contagio prescritte dal citato protocollo”.

Le condizioni per gli operatori – Per gli operatori le condizioni definite nell’ordinanza sono: 1) in tutte le aree mercatali ed in tutte le fasi del mercato (montaggio, carico e scarico merce, vendita, smontaggio) dovrà essere mantenuto il distanziamento interpersonale di almeno un  metro tra operatori e tra clienti ( in attesa di essere serviti); 2) dovrà essere impedito il passaggio attraverso eventuali spazi vuoti tra un banco e l’altro; 3) dovranno essere disponibili per la clientela, sistemi per la disinfezione delle mani in ogni banco e comunque, accanto ai sistemi di pagamento; 4) è obbligatorio l’uso di mascherine da parte degli operatori e dei frequentatori; 5) è obbligatorio l’uso di guanti da parte degli operatori oppure l’igienizzazione frequente delle mani; 6) è sospesa la vendita di beni usati; 7) in caso di vendita di abbigliamento dovranno essere messe a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoriamente per scegliere e toccare la merce; 8) sarà assicurato il  posizionamento di appositi cartelli da parte di ogni banco/operatore atti ad indicare la direzione del flusso delle persone in modo univoco, in modo che possa esserci un percorso unico davanti al proprio posteggio; ciascun operatore dovrà impegnarsi nel disciplinare e gestire le eventuali code create dalla sua clientela, nonché nel richiamare la clientela al rispetto delle distanze di sicurezza; 9) la merce posta in vendita dovrà essere mantenuta costantemente in ordine evitando un’esposizione della stessa alla rinfusa. 10) in via sperimentale non saranno effettuate le operazioni di assegnazione giornaliera dei posteggi non occupati dai concessionari (cosiddetta spunta).

Le condizioni per la clientela – Le condizioni per la clientela sono le seguenti: 1) obbligo di utilizzo della mascherina all’interno dell’area mercatale; 2) permanere all’interno dell’area solo per il tempo strettamente necessario agli acquisti.

Da parte sua, il Comune garantirà “il posizionamento di apposita cartellonistica tesa all’informazione sui comportamenti corretti in italiano e in  inglese all’ingresso di ogni corsia; la presenza di addetti alla regolamentazione e scaglionamento dei flussi all’interno delle corsie, nell’immediatezza messi a disposizione dal Comune (ma a regime prevedendo anche la collaborazione degli operatori per la gestione di questa funzione). Indicazioni e prescrizioni potranno essere fornite, in qualsiasi momento, da parte degli organi di controllo e vigilanza. A tal proposito, la Polizia locale sarà impegnata nel verificare eventuali criticità, per consentire una pronta risoluzione di eventuali problematiche, nonché accertare violazioni alle prescrizioni dell’ordinanza. Le violazioni all’ordinanza sono punite con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 400 euro ad 3.000 eurp.