Il Commissario straordinario al Comune di Imola Nicola Izzo

Imola. E’ stato approvato il 21 maggio dal Commissario straordinario al Comune Nicola Izzo, con i poteri del consiglio comunale, il bilancio di previsione 2020-2022.

“Si tratta sostanzialmente di un bilancio fotocopia di quello dello scorso anno – spiega il Commissario -. Per quanto riguarda le minori entrate dovute all’emergenza Coronavirus quali la Cosap, i parcheggi di Area Blu e le rette azzerate per asili nido e materne nel periodo di chiusura, stiamo attendendo che il Decreto legge numero 34, attraverso il quale un’intesa fra il Governo e la Conferenza Stato – Regioni ha destinato tre miliardi di euro agli enti locali, sia ripartito anche per Imola. Sulle spese, si è deciso di fissare, sulla base di quanto previsto dall’articolo 3 della legge n. 244/2007 il limite di spesa per l’affidamento degli incarichi di collaborazione in 398.884 euro per
l’anno 2020 e in 371.550 euro per gli anni 2021 e 2022. Inoltre valuteremo preliminarmente con i dirigenti di ogni settore l’avvio di qualsiasi procedimento di spesa non obbligatorio ed effettueremo costanti monitoraggi sul bilancio per verificare che fra entrate e spese vi sia sempre un circuito virtuoso che mantenga il pareggio”.

Per quanto riguarda l’impianto sportivo del “Ruggi”, Izzo sottolinea che “siamo arrivati a stringere un accordo con gli attuali gestori visto che, nella situazione venutasi a creare con il Coronavirus, sarebbe stato assai difficile svolgere un bando di gara con tanto di sopralluoghi e altre incombenze. Viene prevista una proroga dei lavori da eseguire in passato, in tale caso l’assegnazione è garantita da una fidejussione assicurativa”.