Se i lettori non possono andare in libreria la libreria va dai lettori. Ed è stato così: da quando è stata possibile la consegna a domicilio Atlantide è arrivata ai propri lettori direttamente sul territorio comunale, per chi abitava più lontano attraverso “Libri da asporto“, iniziativa creata da un gruppo di editori che ha deciso di supportare il lavoro delle librerie indipendenti accollandosi le spese di spedizione. Al gruppo iniziale se ne sono aggiunti altri, per arrivare a 155 editori, mentre sono 751 le librerie che hanno aderito (la prima parte dell’esperienza si è conclusa, ma presto vedrà la luce una nuova formula del progetto).

Siamo rimasti in contatto con i lettori attraverso i social, la mail e il telefono, e ci pare che il mondo della cultura sia stato in grado di offrire una incredibile varietà di proposte di ottimo livello, un grande esempio di resilienza.

Libreria Atlantide Castel San Pietro Terme

Abbiamo optato per riaprire il 20 aprile in luogo del 14 per potere mettere in atto le misure di sicurezza necessarie, oltre che per portare a termine le numerose richieste di consegne in sospeso, e per riordinare i libri venduti nel corso del lockdown. Il 20 aprile ci è sembrata una terza inaugurazione, dopo quella del 1993, e quella post ristrutturazione del 2017. La risposta del paese è stata molto positiva: non si sono per fortuna formate code oceaniche ma i lettori ci hanno tenuto impegnati in ogni momento: frutto dell’astinenza, del fatto che Amazon si sia dedicata ad altri generi tralasciando i libri, o dell’entrata in vigore della nuova legge sulla lettura, che fissa tra l’altro gli sconti sui prezzi dei libri al 5% massimo?

E’ cambiata in parte la modalità di fruizione della libreria: molte più mail, telefonate, richieste via facebook o instagram, e minor frequentazione libera dei nostri spazi: direi che i nostri lettori si sono comportati in maniera saggia, uscendo solo il necessario, preparando in molti casi prima l’acquisto per poi semplicemente ritirare.

Abbiamo avvertito molto affetto da parte dei clienti nei nostri confronti, ogni giorno il lavoro è stato reso più lieve da parole di sostegno e incoraggiamento, perfino omaggi di cioccolatini!

Qualche curiosità: tra i libri più venduti della prima fase, fino al dieci aprile, sicuramente quelli con le ricette di Benedetta Rossi. Il primo ad aver lasciato gli scaffali il 20 aprile è stato Cronache del dopobomba di Philip K.Dick, un titolo molto significativo… Un grande ritorno ci ha reso molto soddisfatti: i ragazzi si sono gettati a capofitto nella lettura della saga di Harry Potter, sembrava di essere tornati indietro nel tempo di quindici anni, a giudicare dalle vendite!

Complessivamente Carlo Lucarelli con L’inverno più nero è il bestseller da inizio aprile, altro titolo che suona molto adeguato a definire questo anno bisesto.

A proposito di ritorno alla normalità, dal 25 maggio torneremo ai nostri consueti orari. Dal lunedì al sabato tutti i giorni ad eccezione del giovedi pomeriggio ci troverete in libreria dalle 8.45 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.30. Resteranno in vigore le consegne a domicilio nel comune di Castel San Pietro, gratuite per acquisti superiori ai 15 euro.

Pian piano anche le serrande delle altre attività si rialzeranno: l’auspicio è che i cittadini si stringano accanto a coloro che contribuiscono a mantenere vivi i paesi, acquistando localmente dopo mesi di chiusura.