Spett, redazione,
Rinascita Socialdemocratica Imola aderisce all’iniziativa dell’associazione Libera Uscita che ha deciso di inviare una lettera aperta al Ministro della Salute On. Roberto Speranza affinchè assicuri l’acquisizione del fiduciario supplente per le Dat (Disposizioni anticipate di trattamento). Il disponente, può infatti nominare anche un fiduciario supplente, con il compito di assolvere alla funzione del fiduciario, qualora quest’ultimo si trovi nell’impossibilità di provvedere. Riteniamo opportuno che aderisca all’appello anche il Comune di Imola, quindi chiediamo al Commissario Nicola Izzo di sottoscriverlo.

La lettera inviata al ministro Speranza
Il Ministero della Salute ha provveduto all’istituzione della Banca Dati nazionale delle Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT), secondo quanto previsto dalla Legge 219/2017. In questi giorni, dagli Uffici d’Anagrafe dei Comuni, giunge a cittadine e cittadini la comunicazione che si sta provvedendo alla trasmissione delle DAT alla Banca Dati nazionale. Prima il nome del Disponente e del Fiduciario e, solo a seguire, sarà inviata copia scansionata del documento stesso.

Purtroppo, apprendiamo che verrà comunicato solo il nome del Fiduciario e non anche quello del Fiduciario supplente pur se nominato. Mentre, ancor più in un momento come questo, è evidente la necessità che tutte le figure individuate dal dichiarante possano essere prontamente reperibili. Il Supplente viene infatti nominato proprio per cautelarsi nell’eventualità di decesso, di irreperibilità o di indisponibilità del primo designato, ai sensi dell’art. 4, c. 3° e 4° della legge.

Consapevole di quanto la Figura del Fiduciario sia importante per la corretta interpretazione, da parte dei medici, delle disposizioni sulle cure di fine vita, l’Associazione Libera-Uscita si è fatta promotrice di una lettera al Ministro On. Speranza affinché assicuri l’acquisizione, nella Banca dati Nazionale, anche del nominativo del Fiduciario supplente, se indicato, dando disposizione alle Anagrafi di raccogliere tale nomina.

(La lettera è stata sottoscritta da enti, istituzioni e personalità del mondo sociale, culturale, politico)