Imola, 11 giugno 2020. E’ di pochi minuti fa la notizia che la Polizia metropolitana (ex polizia provinciale, ndr) potrebbe attuare nel pomeriggio di oggi un provvedimento finalizzato alla tutela ambientale del Santerno. Il fiume è stato in questi ultimi giorni oggetto di rilevanti interventi (di cui parzialmente diamo conto nella galleria fotografica) finalizzati alla costruzione della Ciclovia Mordano – Castel del Rio.

Foto V. Moreno

Opera che, per le modalità di realizzazione – avviate in un periodo di tutela della fauna acquatica – ha scatenato una dura presa di posizione degli ambientalisti in primis e di molti cittadini, favorevoli al progetto, ma contrari alle modalità attuative.

Abbiamo cercato al telefono – per ora senza successo – il responsabile unico del progetto di Area Blu per avere informazioni a riguardo. Appare comunque scontato che i committenti dell’opera – i comuni consorziati – debbano spiegare come sia potuto accadere (se il provvedimento cautelativo verrà assunto) che le opere di realizzazione siano iniziate in un periodo espressamente vietato ai lavori negli alvei dei fiumi. Oltretutto in una zona tutelata come il Parco della vena del gesso.

Il cantiere è fermo. Stamattina nessuna attività lavorativa era in atto, a parte l’idrovora che funzionava a pieno regime. Nessun operaio era presente.

Notizia in aggiornamento

(Verner Moreno) 

Foto V. Moreno

Foto V. Moreno

Foto V. Moreno