Cara redazione,
Sono De Veredicis Anna, una ragazza di 22 anni che vive a Imola, e avrei piacere di condividere con voi questa iniziativa per ripulire le zone verdi della nostra città.

Tutto è iniziato da un post di Marco Panieri su Facebook dove denunciava l’abbandono nei parchi di mascherine e guanti, richiamando al senso civico le persone. Da lì, mi è venuta l’idea di fare qualcosa di concreto e dare un segnale alla città: noi, i giovani, ci siamo.

Ho contattato, inoltre, alcune persone con cui poco tempo fa insieme a Marco avevo scambiato delle opinioni riguardo alla città di Imola, cercando di capire cosa migliorare o cosa c’è di positivo, invece, da mantenere.

Tutti hanno accolto la mia proposta con positività e abbiamo iniziato a pensare come fare per poter organizzare un evento del genere, decidere se dargli una continuità, quando farlo e dove farlo in modo tale da raggiungere più zone possibili della città.

Abbiamo deciso di farlo, quindi, in cinque domeniche, ricoprendo un po’ tutta l’estate, partendo dal 21 giugno ed arrivando al 6 settembre, in una fascia oraria che va dalle 10 alle 12, e come ritrovo iniziale ogni volta un posto simbolo della città.

Nonostante il periodo non sia dei migliori, per quanto riguarda il Covid-19, saremo molto attenti al fatto che tutte le norme di sicurezza vigenti siano rispettate al meglio: forniremo guanti spessi, gel igienizzante per le mani, sacchi e controlleremo che tutti rispettino le distanze e indossino i dispositivi di sicurezza.

“Se non ora, quando? Se non io, chi?” è diventato anche il nostro motto, che richiama tutti a partecipare in questa iniziativa con entusiasmo e voglia di aiutare la propria città rimboccandosi le maniche, per poter dire, un giorno, di esserci stati e di aver contribuito a rendere Imola la bella cittadina che già è!

(Anna De Veredicis)