Il sipario è immaginario, ma da sempre è una metafora del teatro. Riapre dunque il teatro, dal 15 giugno (come da disposizioni governative). Un evento molto atteso per chi ama l’arte del palcoscenico. Fra le tante, una di quelle per cui il rapporto diretto con gli spettatori è essenziale.  Si svolgerà all’aperto infatti uno dei primi spettacoli che debutterà con un doppio appuntamento e che riapre la stagione di Agorà. Un evento speciale appositamente realizzato, per la prima data possibile che diviene simbolica. Si inaugura così anche la collaborazione inedita fra l’Unione Reno Galliera e il Comune di Bologna.

Enrico Baraldi

In scena la compagnia bolognese Kepler-452 con Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile. Un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti. Scritto tra le mura della quarantena, è uno spettacolo, pensato nei giorni in cui il «fuori» sembrava un luogo lontano e utopico: un gruppo di quaranta spettatori si ritroveranno insieme nello spazio urbano, aperto di una Piazza, e ascolteranno in cuffia una lettera dal passato che arriva al presente che stiamo vivendo. Cosa sta accadendo al mondo intorno a noi, e a noi in quanto esseri umani? Che significati acquisirà in futuro il verbo «incontrarsi»? Cosa vuol dire essere teatranti in tempi di distanziamento sociale? Che ruolo dovremo attribuire a questa esperienza per il futuro? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette le nostre vite, immaginare la società futura?

Gli spettatori saranno chiamati a misurare il loro presente reagendo alle domande poste nelle cuffie, a guardarsi in faccia, a contarsi, a prendere posizione o a emozionarsi di fronte all’evocazione del mondo utopico del dopo epidemia. Una sfida, quella di Kepler-452, per raccontare e custodire la memoria del presente, attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione, che richiede di essere riconosciuto come un momento collettivo.

“Vogliamo scrivere, nella nostra condizione di reclusi, una lettera alle donne e agli uomini liberi di domani. Vogliamo fissare i pensieri contraddittori di questi giorni in una forma cristallizzata, che sarà dichiaratamente inattuale tra qualche giorno. E di questa inattualità esplorare il fascino, la verità… Vogliamo ripercorrere insieme questi giorni che hanno cambiato un pezzo di Storia, il primo di cui siamo stati diretti testimoni, con tutta l’eccitazione e l’angoscia che questo comporta. Vogliamo darci un appuntamento, fissare una data”,spiega la compagnia Kepler- 452

Lunedì 15 giugno alle ore 18 in Piazza della Pace nel Comune di Castel Maggiore e lunedì 15 giugno alle ore 22 in Piazza Maggiore a Bologna, la prima tutti i giorni, alle ore 18, fino a venerdì 19 giugno nell’ambito della stagione Agorà. Lapsus Urbano / Il primo giorno possibile prosegue poi le repliche in Piazza Maggiore a Bologna, sabato 20 e domenica 21 giugno nell’ambito di Bologna Estate.

Lo spettacolo è a ingresso libero con posti limitati e prenotazione obbligatoria.

Per prenotarsi: inviare una mail a biglietteria.teatri@renogalliera.it oppure un sms o un whatsapp al numero 333 8839450

Il calendario

lunedì 15 giugno 

ore 18 > Piazza della Pace a Castel Maggiore

ore 22 > Piazza Maggiore a Bologna

da martedì 16 a venerdì 19 giugno 

ore 18 > Piazza della Pace a Castel Maggiore

 sabato 20 e domenica 21 giugno 

ore 19 | ore 21 | ore 23 > Piazza Maggiore a Bologna

 Agorà
La Stagione Agorà è promossa da Unione Reno Galliera con il contributo di Regione Emilia-Romagna, direzione artistica Elena Di Gioia. Produzione Associazione Liberty e Unione Reno Galliera. Al centro di Agorà un articolato progetto di teatro diffuso: spettacoli, laboratori, incontri, nuove creazioni e condivisioni con artisti della scena contemporanea, nei teatri e nei luoghi diffusi di otto comuni della Unione Reno Galliera (Argelato, Bentivoglio, Castel Maggiore, Castello d’Argile, Galliera, Pieve di Cento, San Giorgio di Piano, San Pietro in Casale) nell’Area metropolitana di Bologna.

www.stagioneagora.it
www.associazioneliberty.it

 

(v.g.)