Dozza. Una truffa nei confronti di un giovane del borgo del Muro Dipinto. E’ successo nel corso di un’indagine avviata per risalire ai responsabili di un raggiro telematico che era stato architettato nei confronti di un ventiseienne che, qualche tempo fa, aveva stipulato una polizza assicurativa online con un referente che l’aveva venduta a 250 euro.

La vittima, quando si è resa conto che a pagamento effettuato, la polizza non esisteva, si è rivolta subito ai carabinieri per fare una denuncia. Attraverso le indagini telematiche, i militari dell’Arma sono riusciti a risalire a due persone, un cinquantenne napoletano e un trentaseienne brasiliano, entrambi conosciuti dalle forze dell’ordine, che sono stati denunciati per truffa.