Castel San Pietro (Bo).Finalmente rianimato dall’entusiasmo dei bambini e delle famiglie castellane che si ritrovano per festeggiare in sicurezza la fine del ciclo scolastico, ha riaperto i battenti in questi giorni il Giardino degli Angeli, dopo i mesi di chiusura per l’emergenza Coronavirus. Un’opportunità offerta dall’Amministrazione Comunale che, non appena le normative l’hanno consentito, in sintonia con le dirigenti scolastiche Silvia Palladini e Giovanna Chianelli e con la collaborazione di Valerio Varignana dell’associazione Giardino degli Angeli onlus, ha scelto di mettere a disposizione il Giardino per lo svolgimento di piccoli pic-nic di classe, una classe per volta, nei pomeriggi del mese di giugno su richiesta delle famiglie.

“Consapevoli che la socializzazione nei momenti di transizione della vita scolastica rappresenta un importante elemento educativo e relazionale – afferma il sindaco Fausto Tinti – e per andare incontro alle richieste pervenute, abbiamo messo a disposizione il Giardino degli Angeli, un luogo che un forte valore simbolico ed affettivo per tutta la comunità, per organizzare, in sicurezza, momenti d’incontro a conclusione di un percorso formativo. Invitiamo, però, le famiglie a non abbassare ancora la guardia e a rispettare le norme e le distanze di sicurezza, per non vanificare gli enormi sforzi fin qui conseguiti grazie al sacrificio di tutti per arginare il virus”.

“Fino ad ora hanno prenotato il Giardino tre classi delle scuole elementari Sassatelli e Albertazzi e tre delle materne Ercolani, Don Milani e Grandi di Osteria – racconta Valerio Varignana dell’associazione Giardino degli Angeli –. Chi fa un pic nic, chi fa delle letture, un po’ di giochi e poi i saluti, sempre alle giuste distanze. Ed è andato tutto bene e sono stati contenti tutti, sia i genitori che i bambini che le maestre. Colgo l’occasione per ringraziare le famiglie per l’attenzione e il rispetto che hanno dimostrato verso questo luogo bellissimo e delicato, e per le offerte libere a favore dei progetti di solidarietà sostenuti dalla nostra associazione”.

Fondamentale è il servizio di controllo a cura dell’associazione Il Giardino degli Angeli. Sono sempre presenti 3 o 4 volontari per gestire i controlli all’ingresso e all’interno del parco. All’ingresso vengono annotati i nominativi dei partecipanti, si procede all’igienizzazione delle mani e si controlla che tutti abbiano la mascherina, poi c’è la pulizia finale e la sanificazione.

Inoltre, per la gioia dei tanti affezionati visitatori, mentre nel pomeriggio il Giardino è riservato alle feste di classe, la mattina è tornato ad essere aperto al pubblico.

“Fino al termine di giugno l’ingresso sarà consentito solo alla mattina dalle 9,30 alle 13 – precisa Varignana -, ma in luglio contiamo di riaprire fino alle 19. C’è una gran voglia da parte del pubblico di tornare a visitare il Giardino. Riceviamo telefonate o mail anche da fuori provincia per chiedere se è aperto”.

Insomma il Giardino degli Angeli si conferma un “luogo del cuore”, non solo per la comunità di Castel San Pietro Terme. Non a caso, quest’anno l’Amministrazione comunale l’ha ufficialmente candidato come Luogo del Cuore FAI. “C’è bisogno dell’aiuto di tutti per raggiungere l’obiettivo dei 2.000 voti: per ora siamo oltre i 700, ma la strada è ancora molto lunga”, conclude Varignana.

Informazioni e prenotazioni: associazione@ilgiardinodegliangeli.net; www.ilgiardinodegliangeli.net