La premiziazione della stessa classe lo scorso anno

Imola. Il concorso del Cai Imola, solamente per quest’anno realizzato da alcune classi quinte della scuola primaria a causa dell’emergenza Coronavirus (solitamente partecipano anche le Terze e le Quarte), ha visto partecipare cinque classi che si sono cimentate in un’intervista-articolo a un grande imolese: Giuseppe Scarabelli proprio a 200 anni dalla nascita.

La giuria, formata da giornalisti, ha considerato come migliore l’elaborato della  5A  “Campanella” che per il secondo anno consecutivo si aggiudica il primo premio di 200 euro. L’anno scorso avevano vinto con il racconto “Brr…sul pippistrello che aveva paura degli umani”.

Il premio di 50 euro di “Menzione Speciale” , la giuria interna del Cai, ha deciso di assegnarlo alla piccola multiclasse di  Sassoleone la cui Quinta è composta da soli due bambini. Uno di loro, durante la diretta, si è messo a piangere perchè non credeva che in due ce l’avrebbero fatta contro i grandi. La decisione  è stata motivata dal riferimento per i temi di protezione dell’ambiente e la candidatura della Vena del Gesso a sito Unesco come avrebbe quasi certamente desiderato il professor Scarabelli.

Tutti i racconti, completi di autori  sono stati pubblicati sul sito del Cai Imola: http://www.cai-imola.it/wp-content/uploads/2020/05/testi-quinte.pdf