Faenza. E’ stato pubblicato sul sito web dell’Unione della Romagna Faentina il bando rivolto alle famiglie per la richiesta dei voucher nell’ambito del progetto regionale “Conciliazione vita – lavoro”. Il progetto, finanziato con le risorse del Fondo sociale europeo, ha lo scopo di sostenere economicamente le famiglie con bambine/i e ragazze/i  nella fascia di età compresa tra i 3 e i 13 anni (nati dal 2007 al 2017) per la partecipazione ai centri estivi, attraverso l’abbattimento delle rette di frequenza.

Campi estivi (Foto sito romagnafaentina.it)

Il contributo per bambino è determinato come copertura del costo di frequenza, pari a 84 euro settimanali per un massimo di quattro settimane di partecipazione ai servizi/centri estivi. Il contributo massimo erogabile sarà quindi pari a 336 euro e non potrà in alcun modo essere superiore al costo effettivamente sostenuto.

Per l’estate 2020 sono possibili altre 2 opportunità: un contributo riconosciuto alla singola famiglia pari a € 336,00 a bambino, per la frequenza di 3 settimane, nel caso in cui il costo settimanale sia uguale o superiore a 112 euro, oppure superiore a 3 settimane, nel caso in cui il cui costo settimanale sia inferiore a € 112,00 (coprendo quindi un numero superiore di settimane o porzioni di settimane, fino ad un massimo ammissibile pari ad € 336,00).

I destinatari sono famiglie con valore di attestazione Isee  valido per prestazioni agevolate rivolte a minorenni non superiore a € 28.000,00 (saranno considerate valide anche le attestazioni Iseee rilasciate nel corso dell’anno 2019), residenti nei Comuni dell’Unione, con bambini/e frequentanti un centro estivo tra quelli contenuti nell’elenco approvato dall’Unione, pubblicato all’Albo pretorio on-line dell’Unione e sul sito dell’Unione della Romagna faentina. Sul sito è inoltre scaricabile il modulo di presentazione della domanda e le modalità di inoltro.

(Annalaura Matatia)