Carlo Lucarelli sarà il primo scrittore ospite di “Freschi di stampa” 2020 (foto tratta da www.carlolucarelli,net)

Imola. La Bim, Biblioteca comunale di Imola, ripropone anche per l’estate 2020, “Freschi di stampa”, il consueto calendario di incontri con libri e scrittori che giunge quest’anno alla diciannovesima edizione.

In particolare quest’anno la rassegna inizierà solo a luglio, ma accompagnerà il pubblico imolese per tutta l’estate, aumentando il numero degli incontri e le possibilità di ritrovarsi in Biblioteca.

Tantissime personalità di primo piano della letteratura e della cultura italiana confermano anche quest’anno la qualità degli incontri, con la tradizionale programmazione di novità editoriali e di libri di grande richiamo.

Sarà di nuovo possibile trascorrere piacevoli serate organizzate grazie al contributo determinante della ditta Andalò Gianni S.r.l. Meccanica di precisione di Imola, che sostiene  la rassegna fin dalle sue origini, ovvero dall’estate 2002.

Gli spazi della biblioteca saranno organizzati in modo da consentire una visione sicura e distanziata, pertanto la partecipazione sarà gratuita ma con prenotazione telefonica obbligatoria (0542/602657 – 602659).

La novità di quest’anno sarà la possibilità di seguire le serate, oltre che in sede, anche in diretta streaming sulla pagina facebook della Biblioteca.

Il primo appuntamento della rassegna è previsto per martedì 7 luglio 2020. Torna a Imola Carlo Lucarelli, che affiancato da Lidia Mastroianni presenta il suo ultimo romanzo L’inverno più nero. Un’indagine del commissario De Luca (Einaudi, 2020). Lo scrittore torna al romanzo storico, ambientato a Bologna nel 1944. La città sta vivendo il suo «inverno piú nero», è occupata, stretta nella morsa del freddo, ferita dai bombardamenti.  Anche per il commissario De Luca, ormai inquadrato nella polizia politica di Salò, quei mesi maledetti sono un progressivo sprofondare all’inferno. Poi succede una cosa: vengono ritrovati tre cadaveri. Tre omicidi su cui il commissario è costretto a indagare per conto di tre committenti diversi e con interessi contrastanti

Martedì 14 luglio 2020 la rassegna prosegue con Paolo Malaguti e il suo ultimo romanzo Se l’acqua ride (Einaudi,2020). Paolo Malaguti, scrittore e docente, presenta un romanzo pieno di grazia, la storia di un ragazzino che si trova a crescere al ritmo lento delle correnti e delle maree. La storia di Ganbeto, del nonno Caronte che fa il barcaro e di un’estate trascorsa insieme. Un romanzo di formazione che porta con sé tutti i ricordi dell’infanzia e la fatica di crescere. L’autore ne parla con Corrado Peli, giornalista e scrittore.

Tutto il programma, che accompagnerà l’intera estate, con gli incontri che avranno inizio alle 21, è visibile su www.bim.comune.imola.bo.it