“Strade”, il festival di teatro itinerante prende il via. La XIV sarà una edizione “mignon” ma non per questo meno coinvolgente del solito. Grazie ad una sinergia di intenti e alla collaborazione di tante realtà che non hanno mai smesso di crederci (tra cui la cooperativa il Mosaico e la Libreria Atlantide di Castel San Pietro Terme), e soprattutto grazie ai Comuni coinvolti (Castel San Pietro Terme, Castel Guelfo, Castel del Rio, Mordano e Casalfiumanese), il festival che, ormai tradizionalmente, accompagna l’estate del Circondario imolese con gli spettacoli di teatro di strada e di teatro di figura selezionati dalla direzione artistica di Emanuela Petralli (compagnia Officine Duende), si potrà svolgere.

 

Il via domenica 5 luglio presso l’arena di Castel San Pietro Terme per poi proseguire nei comuni di Castel Guelfo, Castel del Rio, Mordano e Casalfiumanese. L’evento fa parte di Bologna Estate 2020, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Destinazione Turistica.

Il Festival Strade mantiene la caratteristica di essere itinerante e rivolto a tutti: grazie al sostegno dei Comuni partecipanti gli spettacoli sono gratuiti e adatti a chiunque abbia il desiderio e la curiosità di condividere la magia che gli artisti sanno portare con sé.

Ovviamente sarà garantita la sicurezza nel rispetto della normativa vigente e, nonostante le dovute distanze, sarà ancor più emozionante del solito sentirsi uniti in un ascolto collettivo.

Dottor Stok

Apertura dunque domenica 5 luglio, presso l’arena di Castel San Pietro Terme, con lo spettacolo di Giulio Ottaviani, in arte Dottor Stok: un mix inusuale di giocoleria e scienza per realizzare un grande esperimento! Marchingegni a effetto domino, catapulte, cuscini, pentole, mestoli… ogni oggetto prenderà letteralmente vita tra stupore e risate.

Si proseguirà mercoledì 8 luglio al campo sportivo di Castel Guelfo con l’ormai consolidato duo composto dal narratore Alfonso Cuccurullo e dal musicista Federico Squassabia che presenteranno “Dal silenzio nascono storie” una raccolta di racconti nata proprio dal silenzio di questo lungo periodo di chiusura, racconti che ora sono pronti a brillare nell’ascolto di tutti noi.

A Castel Guelfo si continuerà con altri tre mercoledì (15, 22 e 29 luglio) con uno spettacolo di narrazione e teatro di figura a cura del Teatro di Stracci, con le guarattelle di Pulcinella di Luca Ronga e con i burattini della commedia di Moreno Pigoni.

Sabato 18 luglio a Mordano sarà la volta de “I Burattini di Mattia” che presenteranno uno spettacolo classico della Commedia dell’arte, riadattato per le maschere della tradizione emiliana.

Lè Mat

Sabato 25 luglio, con la Compagnia Nasinsù, appiuntamento a Castel del Rio, per poi concludere il 1°settembre, di nuovo all’arena di Castel San Pietro Terme, con la poesia del cantastorie Le Mat accompagnato dalla sua fisarmonica.

Tutti gli spettacoli sono gratuiti e hanno inizio alle ore 21.15, in caso di pioggia saranno annullati, tranne quello di Mordano che si sposterà al chiuso.

Data la situazione particolare, il programma può essere soggetto a modifiche. Seguire, quindi, la pagina fb Castelteatro – Officine Duende o il sito officineduende.it per essere sempre aggiornati.