Imola. In vista delle elezioni amministrative del 20 e 21 settembre, sono ormai quasi certi gli schieramenti che si contenderanno la poltrona di primo cittadino a piazza Matteotti.

Alcuni hanno pure già il candidato a sindaco ufficiale. Si tratta del centrosinistra a trazione Pd con l’ormai ex segretario, il giovane Marco Panieri che dovrà stare attento soprattutto a non riproporre vecchi schemi nel gioco delle alleanze e nomi fin troppo “vecchi” nelle liste che lo appoggeranno cercando di introdurre elementi di novità soprattutto nel Pd (con un mix di giovani e poche, significative, persone di esperienza) e nella lista che appoggerà direttamente Panieri.

La seconda candidata ufficiale è Carmen Cappello che punta tutto sul suo sbandierato “civismo”, un po’ strano perché alle scorse votazioni comunali fu candidata perdente di tutto il centrosinistra benvoluta in particolare, dall’attuale senatore del Pd Daniele Manca e ora è appoggiata apertamente da un partito, Italia Viva, che manda per lei alcuni comunicati stampa e nel quale una dei due coordinatori è la sorella Giovanna.

All’appello manca ancora il candidato sindaco del centrodestra (dovrebbe arrivare a metà della prossima settimana) dove è molto gettonato e attivissimo il consigliere regionale della Lega Daniele Marchetti. Un centrodestra che correrà probabilmente in forma classica con il Carroccio, Fratelli d’Italia e un’arrancante, per il momento, Forza Italia che non ha ancora rappresentanti imolesi come punti di riferimento.

Il Movimento 5 stelle è chiamato alla prova del fuoco dopo la pessima prova fornita dall’ex sindaca dimissionaria, e non più grillina, Manuela Sangiorgi. A causa di tale motivo, i consensi del M5s saranno inevitabilmente in forte calo al primo turno delle prossime elezioni rispetto al 2018 (quando ottenne oltre il 28%), ma un argine alla slavina potrebbe essere messo almeno in parte da una candidatura a sindaco di esperienza e di prestigio come quella dell’ex pretore Ezio Roi.

Infine, rimane il gruppo di ex 5Stelle almeno a livello imolese, che intendono proporre una lista civica. I nomi al momento più conosciuti sono tutti di ex assessori come Andrea Longhi ed ex consiglieri comunali sostenitori fino all’ultimo dell’ex sindaca Sangiorgi. Bisogna vedere se riusciranno ad allargare il gruppo in modo significativo. Al momento, i nomi più papabili come candidato a sindaco sono quelli di Longhi e dell’ex presidente dell’aula di piazza Matteotti Stefania Chiappe.