Imola. La Fondazione Cassa di Risparmio di Imola comunica che le “Notti d’Amore Immenso”, le serate estive che da tre anni a questa parte hanno avuto come protagonista il violino, di proprietà della Fondazione Carimola costruito dal liutaio imolese Primo Contavalli, non si sono interrotte.

A suonare lo strumento, in questa particolare edizione, Sharipa Tussupbekova, Lodovico Parravicini e Beatrice Martelli, tre giovani allievi della Fondazione Accademia Internazionale di Imola “Incontri con il Maestro”, ma soprattutto tre testimoni della volontà, dell’impegno e della speranza di tornare, quanto prima, a poter fare e ascoltare musica tutti insieme.

Il concerto sarà pubblicato sulla pagina Facebook della Fondazione lunedì 13 luglio alle 21 www.facebook.com/fondazionecrimola/

“Notte d’Amore Immenso” è il nome che il liutaio imolese Primo Contavalli diede al violino che costruì nel 1923 e che, acquistato dalla Fondazione ad una asta a Londra, è stato protagonista dei concerti estivi di Santa Maria in Regola.

“Jazz, tango, musica sudamericana e classica dalle corde del violino che, di serata in serata, passava dalle mani di diversi artisti – si legge nella pagina facebook della Fondazione -. Sei concerti in tre anni; una consuetudine che non abbiamo voluto interrompere, nonostante le difficoltà contingenti, e che quindi abbiamo rinnovato registrando, per quanti seguono la Fondazione, un breve concerto che verrà trasmesso online lunedì 13 luglio”.