Imola. Il consiglio di amministrazione di Formula Imola non è stato rinnovato.  Il Con.Ami, con la sua delibera del 26 giugno scorso (pubblicata il 13 luglio, ndr) ne proroga la durata per non più di 45 giorni per “adottare esclusivamente gli atti di ordinaria amministrazione”.

Un mancato rinnovo che potrebbe aprire scenari – se non già aperti – riguardo un rimpasto del consiglio di amministrazione ora composto da soli 2 membri: il presidente Uberto Selvatico Estense e il consigliere Davide Baroncini. Le dimissioni della consigliera Alessandra Raggi, vicepresidente senza deleghe, sono arrivate nel 2018.

Il presidente di Formula Imola Uberto Selvatico Estense

Il mancato rinnovo dei vertici della società pubblica, che quest’anno ha comunicato un attivo di bilancio di meno di 4mila euro per l’esercizio 2019, potrebbe essere interpretato come un momento di riflessione del socio pubblico (il Con.Ami ha in pancia il 100% delle quote di Formula Imola) sull’attività svolta all’autodromo Ferrari.

Le questioni sul rumore che hanno visto i “Comitati” sul piede di guerra ottenere ragione in questi ultimi anni dagli enti di controllo (Arpae su tutti, dopo che Formula Imola era uscita dal protocollo da lei stessa voluto) e i non proprio così brillanti saldi di bilancio potrebbero essere già sulla scrivania del presidente Fabio Bacchilega e dei sindaci che compongono il Con.Ami.

Di fatto la delibera dell’assemblea del Con.Ami sposta la decisione alla metà di agosto, periodo non proprio ideale. Sia per la canicola  ferragostana sia per le elezioni comunali, fissate il mese dopo.

(Verner Moreno)