Imola. “A ruota Libera” è il festival, diffuso e itinerante, che libera la cultura dopo mesi di chiusura forzata, per tornare a ri-conoscersi, socializzare, collaborare, intrecciare esperienze attive, sul nostro territorio e a livello nazionale.

Una rassegna di iniziative ed eventi, dibattiti, concerti, totalmente gratuiti, da luglio a dicembre 2020. Per ritornare a vivere gli spazi pubblici, in sicurezza e offrire ai giovani e a tutta la cittadinanza luoghi di incontro, conoscenza, formazione e divertimento, dopo i mesi del lockdown.

Il 15,16,17 luglio “Torniamo in Campo”: tre giorni di incontri, dibattiti, concerti gratuiti per lanciare il Festival e affrontare temi di urgente attualità: i diritti dei migranti e l’antirazzismo, il caporalato e i beni confiscati. La tre-giorni si terrà a palazzo Monsignani, in sicurezza secondo le normative anti-Covid-19, è consigliata la prenotazione al numero 3337941068.

Mercoledì 15 luglio: “L’approdo”  – Dialoghi su migrazioni, arte e città inclusive – Aperitivo sulle 19.30 e poi alle 20 dibattito con rancesca Zanoni – Mediterranea, Sara Visintin – Trama di terre, Alessandro Zanoni – Caritas Imola, Associazione Intercultura, Arte Migrante, Adjisam Mbengue – Associazione Figli della Repubblica. Nel chiostro sarà esposta la mostra dell’illustratore Paolo Beghini. Alle 21.30 Spettacolo Danza Africana a cura di DAI  Danza Africana Imola e Africantolate Forli-Faenza.

Giovedì 16 luglio: “Tomato Revolution” – Perchè parlare di Caporalato? – Alle 19.30 ingresso e aperitivo, 20 Musica in Pantofole Live, 21  tavola rotonda con: Lara Lombardi – Bottega del Giusto Scambio di Imola, Christian Fossi – Cooperare con Libera Terra, Umberto Franciosi segretario Flai-Cgil Emilia Romagna, Pietra di Scarto di Cerignola (Foggia). Alle 22 Musica in Pantofole Live.

Venerdì 17 luglio “Alla confisca del bene” – I beni confiscati, in Italia, a Imola – Alle 18.30 Caccia al tesoro nel centro di Imola alla ricerca del bene confiscato. Alle 21.30 Silent Disco

Dal 15 al 31 luglio, presso le biblioteche decentrate del Comune di Imola (Ponticelli, Sasso Morelli, Pippi Calzelunghe, Book city) e presso la Libreria Mondadori di Imola, saranno a disposizione bibliografie tematiche e consigli di lettura sui temi  del festival.