Castel San Pietro (Bo). Specializzati in furti nelle abitazioni negli orari pomeridiani. Potrebbe essere definita “la banda del pomeriggio” quella formata da due ladri, padre quarantanovenne e figlio ventisettenne italiani che di recente avevano messo in apprensione i cittadini castellani.

Ma stavolta sono stati presi anche grazie anche alla preziosa collaborazione di una coppia di fidanzati che li hanno visti e, fingendo di continuare il loro flirt dietro una siepe, si sono annotati il numero della targa dell’auto sulla quale stavano scappando i due malviventi dopo che erano stati scoperti da un maresciallo dei carabinieri in congedo che stava tornando a casa alla cui vista i due ladri sono fuggiti a piedi, portandosi dietro solo gli attrezzi da scasso utilizzati per forzare la porta d’ingresso.

Grazie all’iniziativa dei due innamorati dal forte senso civico che hanno subito comunicato ai carabinieri della stazione di Castel San Pietro la targa, i due malviventi sono stati individuati e ora dovranno rispondere di tentato furto in abitazione.