Il mondo del jazz si rialza dopo la lunga fermata epidemica che l’ha messo in ginocchio. Lo fa con le misure di sicurezza del caso, in spazi all’aperto. Tantissimi gli appuntamenti in diverse città e paesi per ascoltare grandi artisti che ritornano a suonare insieme, dal vivo, per serate da ricordare in una estate strana e insolita.

I Mercoledì a Imola

Il chitarrista imolese Fabio Mazzini

Continua Orti Jazz la rassegna di concerti organizzata presso l’impianto sportivo “Gualandi” in via Ortignola con la direzione artistica del Combo Jazz Club. Dopo l’apertura dell’8 luglio all’insegna dell’Africa stasera 15 luglio alle 21 un duo tutto brasiliano. Ivette Souza (voce) e Maurizio De Gasperi (pianoforte). Originaria di Belém, Ivete Souza è una delle più belle e particolari voci brasiliane degli ultimi anni. Nell’adolescenza si è dedicata all’atletica fino a quando la musica l’ha sedotta. Con un’esperienza di numerosi tour in tutto il mondo (Giappone, Medio  Oriente, Europa, Sud America), la cantante nel corso di oltre venti anni di musica, ha svolto una intensa attività divulgativa nei vari campi della cultura brasiliana. E’ arrivata a San Paolo nel 1988, iniziando la sua carriera in una serata fortunata, quando Ivete sostituì una cantante in un bar.

Mercoledì 22 luglio ore 21, il trio composto da Roberto Bartoli (contrabbasso), Fabio Mazzini (chitarra), Youssef Ait Bouazza (batteria).

La cantante imolese Valentina Monti

Mercoledì 5 agosto, ore 21 chiude la rassegna il trio con Valentina Monti (voce),Dagmar Benghi (chitarra), Claudio Zappi (clarinetto). E’ il primo concerto per questa formazione che vede riuniti musicisti legati da molti anni di amicizia e musica. Lo swing e le sonorità del jazz più tradizionale caratterizzano il trio, che predilige un repertorio di grandi classici  e famosi standard interpretati negli anni dalle voci che hanno fatto la storia di questo genere (Ella Fitzgerald, Sarah Vaughan, Chet Backer, Anita O’Day, Nat King Cole, ecc).

Sarà rispettata la normativa legata alla sicurezza sanitaria con posti a sedere assegnati, mantenimento del distanziato fra i posti e utilizzo della mascherina nelle zone comuni. Informazioni e prenotazioni al numero 0542/628373.

Borgo Tossignano, Casa del Fiume

La seconda edizione di “Down By The Riverside – Un fiume in musica”, dedicata alla musica jazz e brasiliana è partita domenica 12 luglio alla grande con il duo inedito Bartoli-Betto riscuotendo un bel successo di pubblico. I concerti si tengono di domenica e proseguono col secondo appuntamento domenica 26 luglio alle 21 con  un altro inedito e atteso  duo che vedrà insieme la brava vocalist bolognese   Silvia Donati e il virtuoso ed eclettico chitarrista Alberto Capelli. Tra storie cantate e  atmosfere brasiliane, ci regaleranno la loro  nuovissima  performance  dal titolo “Vocenera –Vanilla ed altre Storie” .

La cantante Silvia Donati

Domenica 2 agosto ore 21 ancora il Brasile con “VOCENOVA “ Bossa Nova Trio. Formazione  nata dall’incontro tra il sassofonista Danilo Tomasetta, il chitarrista Roberto Soldati (entrambi musicisti storici del cantautore bolognese Claudio Lolli) e la cantante imolese Chiara Campomori.  Il trio  proporrà  un  repertorio totalmente incentrato sul periodo aureo della Bossa Nova brasiliana, caratterizzato principalmente dalle composizioni del compositore Antonio Carlos Jobim, impreziosite dai testi poetici di Vinicius De Moraes presentati come un  recital, dove i musicisti hanno la possibilità di condurre per mano l’ascoltatore in un viaggio attraverso il Brasile degli anni ’60, con musica e aneddoti sugli autori della Bossa Nova.

Infine Domenica 9 agosto sempre alle 21 chiuderà il jazz manouche dei bravi “Swing  Gipsy Trio”  una delle formazioni swing  manouche  più attive della nostra regione. Una serata che ci porterà nelle magiche atmosfere sonore rese celebri del mitico Django Reinhardt e dal “Hot Club De France” nella Francia tra la fine degli anni ’30 e ’40. Swing a go go per tutti.

“Down By The Riverside – Un fiume in musica” fa parte anche del bel Festival itinerante  “ IN MEZZO SCORRE IL FIUME “  (Percorsi tra musica e natura ) che si terrà tra luglio e agosto in varie località della Valli del Santerno e del Sillaro curato dalla nota cantante Luisa Cottifogli.

Per informazioni e prenotazioni chiamare il 335 6678068. La Casa del Fiume è a Borgo Tossignano in via Rineggio. L’assegnazione dei posti è obbligatoria . Sarà applicata tutta la normativa legata alla sicurezza sanitaria con posti a sedere assegnati, mantenimento distanziato dei posti e uso delle mascherine nelle zone comuni .

A Castel San Pietro e in Romagna ritorna Crossroads

Il duo Omar Sosa ed Ernesttico

Il festival Crossroads previsto da febbraio a giugno si è riorganizzato per recuperare diverse delle date saltate con l’emergenza sanitaria. Riprende offrendo al pubblico delle serate speciali in diverse località del Circondario e della regione fino all’autunno. Ripartito il 24 giugno scorso, fa tappa a Fusignano con ben 4 concerti. Venerdì 24 luglio alle 21 , Parco Piancastelli ,il duo cubano di Omar Sosa (pianoforte) ed Ernesttico (percussioni), proposta inedita rispetto al calendario originale del festival. Gli altri tre appuntamenti nella cittadina romagnola riprendono invece esattamente il cartellone originario. Martedì 28 luglio alle 21, Parco Piancastelli, l’originale quartetto di sax baritoni più batteria Barionda, ideato dall’impressionante sassofonista altoatesina Helga Plankensteiner e impreziosito dalla presenza di solisti del calibro di Javier Girotto e Florian Bramböck.

Gli altri due appuntamenti previsti in autunno si svolgeranno all’Auditorium Corelli. Sul palco musicisti del calibro di Fabrizio Bosso, la tromba più brillante del jazz nazionale, che suonerà come solista ospite assieme agli ottoni del Quartetto Saxofollia, giovedì 8 ottobre. Giovedì 5 novembre alle 21 il tastierista Shaun Martin, in trio, porterà con sé all’Auditorium Corelli l’imprinting della militanza negli Snarky Puppy.

Fabrizio Bosso 2015 (foto di Roberto Cifarelli)

Crossroads sbarcherà a Castel San Pietro Terme mercoledì 29 luglio alle 21,15 all’Arena comunale. Unica data recuperata delle tre originariamente previste di “Cassero Jazz”. Il sassofonista Francesco Bearzatti, presenterà “Zorro”, un nuovo capitolo del suo celebre Tinissima Quartet.

Un’unica data per Bagnacavallo dove Crossroads metterà in luce la sua propensione al talent scouting, proponendo l’affilato incrocio di chitarra e sax degli olandesi Reinier Baas e Ben van Gelder,  Venerdì 4 settembre alle 21 nel Complesso del Chiostro di San Francesco.

L’attività concertistica si svolgerà nel più rigoroso rispetto delle normative e ordinanze per gli spettacoli dal vivo, compresa l’applicazione della distanza di sicurezza tra gli spettatori, in seguito alla quale i posti disponibili saranno limitati. Crossroads è organizzato da Jazz Network in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna e con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo e di numerose altre istituzioni.

Informazioni

Jazz Network, tel. 0544 405666, fax 0544 405656, e-mail: info@jazznetwork.it, website: www.crossroads-it.org – www.erjn.it – www.jazznetwork.it

(v.g.)