Maurizio Piancastelli

Dopo l’esordio di successo a Bubano e alla Casa del Fiume di Borgo Tossignano, il Festival “In mezzo scorre il fiume” si alza all’alba per una tappa magica e speciale. Sabato 18 luglio alle ore 5:00 invita i partecipanti alla ri/scoperta della cornice unica e di rara bellezza della Vena del Gesso di Borgo Tossignano. Il parco regionale della Vena del Gesso Romagnola, situato nell’entroterra tra Imola e Faenza, è un’area naturale protetta di oltre duemila ettari. Si distingue tra le eccellenze dell’Appennino settentrionale come unica catena montuosa costituita quasi esclusivamente da gesso. Chi avrà voglia di una suggestiva camminata potrà farsi trovare all’orario su indicato nello spazio antistante il Comune di Borgo Tossignano per raggiungere la località di Debolezza. Qui, proprio al sorgere del sole, il pubblico incontrerà il flauto ipnotico di Barbara Piperno che con voce e strumento proporrà suoni in sintonia con quelli dell’ambiente naturale a un’ora insolita. Per chi non ha voglia di camminare o trova il percorso faticoso, può presentarsi nello stesso punto di ritrovo alle 5:50 dove le guide porteranno i partecipanti sul posto della performance. Al termine della performance si raggiunge Monte Penzola alle 6:45 e scendere verso la Casa del Fiume dove l’arrivo è previsto alle 7:10. Qui il pubblico incontrerà la tromba di Maurizio Piancastelli e le percussioni di Paolo Caruso che daranno vita ad una seconda suggestiva performance sempre in sintonia con la Natura e il fiume.

Paolo Caruso

Il percorso completo è di circa 7.5 km e 299 metri di dislivello.Per i meno allenati è disponibile un servizio di NAVETTA che parte alle ore 5:45 da Borgo Tossignano fino a Debolezza. Si può poi ridiscendere, sempre in auto o a piedi, alla Casa del Fiume. Si raccomanda abbigliamento adatto alla stagione, scarpe da trekking, zainetto con acqua e merenda, bastoncini da trekking e lampada frontale. Per informazioni sul percorso: GAE Schiassi Stefano 3287414401

Barbara Piperno nata nel 1980, si diploma in flauto traverso nel ’96 presso il Conservatorio Gioacchino Rossini di Pesaro. Parallelamente all’attività concertistica come musicista di formazione classica, inizia a sperimentare altri generi musicali, dedicandosi soprattutto allo studio e all’approfondimento della musica popolare brasiliana, in particolare dello Choro. Scopre la voce come ulteriore strumento per esprimersi. Incide svariati dischi, si esibisce in Italia e all’estero e collabora stabilmente con diversi gruppi e progetti, tra cui Choro de Rua, Elizabeth Fadel e Barbara Piperno duo, Regional Matuto, Barbara Casini & Choro de Rua trio, Dialoghi tra un Guqin e un Dizi.

Paolo Caruso inizia a studiare da autodidatta ritmi e strumenti a percussione dell’area Afro-Cubana e Brasiliana. Frequenta i corsi specializzati della DRUMMER’S COLLECTIVE di NEW YORK. Con il gruppo “Canto e Discanto” risulta tra i vincitori del Premio Recanati delle Nuove Tendenze della Musica d’autore trasmesso su Rai Due. È direttore e coordinatore dell’Accademia Do Ritmo Afroeira, una delle più accreditate “Scuole di Samba” in Italia, con cui ha inciso due CD: AFROEIRA LIVE (2003) e TAMBORES (2007). Ha pubblicato un CD a suo nome dal titolo “nessuno” edito da Peter’s Castle Record e TWIN 104, disponibile su iTunes e le maggiori piattaforme digitali. Ha partecipato alle incisioni di oltre 60 dischi.

Maurizio Piancastelli ha studiato Tromba e Didattica della Musica presso il Conservatorio di Bologna, e si occupa di musica a tempo pieno dal 1984, maturando esperienze in differenti ambiti musicali. Nel corso degli anni ha partecipato a vari seminari di improvvisazione, musica d’insieme, direzione di banda, composizione e arrangiamento tenuti da prestigiosi musicisti del panorama nazionale e internazionale.

Nella musica leggera italiana dal 1988 ha collaborato stabilmente con artisti come Andrea Mingardi, Lucio Dalla e gli Stadio, per concerti in Italia e all’estero.

Come libero professionista ha più volte fatto parte di gruppi e orchestre di musica d’uso nell’ambito di trasmissioni televisive delle reti RAI e Mediaset. A livello discografico ha partecipato ad una trentina di dischi, sia in qualità di turnista in ambito pop che in piccole produzioni indipendenti di jazz e musica d’autore.

La vena del Gesso

Da Camaggiore alla Selva di Tirli sulle note musicali di Luisa Cottifogli ed Enrico Guerzoni

 Il giorno dopo Domenica 19 luglio l’appuntamento è a Camaggiore alle 16:00 già in territorio toscano, dove nasce il fiume Santerno. Nell’antico borgo Enrico Guerzoni proporrà un’immersione musicale sulle note del violoncello. Al termine partirà il trekking del Mugello attraverso un percorso fra boschi e creste sassose. Fra le querce sgorgherà la voce di Luisa Cottifogli per una performance di sola voce. E’ previsto il ritorno a Camaggiore per una antica mulattiera. La durata dell’escursione è di 2 ore e mezzo performance musicali incluse. Da qui ci si sposterà in auto di pochi chilometri verso San Pellegrino agli Orti di Nathan, dove alle 19.30 seduti sui prati del casale si ascolterà la performance in duo di Cottifogli e Guerzoni: Voicello. Il duo propone una performance che attraversa epoche e confini geografici, dall’antico al contemporaneo, attraverso lingue minoritarie, dialetti, melodie e ritmi variegati. Un’esperienza dal sapore etnografico che vi porterà a viaggiare con l’immaginazione dal Mugello al mondo intero.

I partecipanti potranno, prima e dopo la performance, gustare le specialità dell’agriturismo (già Selva di Tirli) Per prenotazione cena : 366-3146430 Per prenotazione trekking: 339-8127890

Voicello: Luisa Cottifogli e Enrico Guerzoni

Luisa Cottifogli. Artista della voce di fama internazionale, diploma in canto lirico al Conservatorio Martini e diploma di Arte Drammatica all’Accademia Antoniana di Bologna. Già voce dei Quintorigo, ha lavorato presso il Teatro Comunale dell’Opera di Bologna, presso la compagna di Glauco Mauri di Roma e del Teatro delle Moline di Bologna, come programmatrice presso Radio Rai. Fra le sue collaborazioni: Lucio Dalla, Ivano Fossati, Teresa De Sio, The Chieftains, Andrea Parodi (Tazenda), Flavio Premoli (PFM), David Riondino, Riccardo Tesi. Si è esibita nei più importanti festival italiani ed esteri, ha lavorato come docente in varie istituzioni musicali. Ha scelto la residenza a Sassoleone (fra la valle del Sillaro e la valle del Santerno) e di aderire al Corpo GAM per la tutela dell’ambiente.

Enrico Guerzoni. Musicista, compositore, arrangiatore. Enrico, eclettico violoncellista e compositore, con innumerevoli esperienze professionali e collaborazioni di alto livello in ogni campo e genere musicale: B. McFerrin, Teatro Comunale di Bologna, Solisti Veneti, L. Pavarotti, R. Muti, M. Nyman, Trilok Gurtu, Zucchero, Arkè String Quartet, P. Fresu, A. Ruggiero, F. Battiato, A. Bocelli, e molte altre collaborazioni sia in ambito Jazz, Pop, di musica da camera e primo violoncello in Italia e all’estero.

Insegna al pre-accademico del Conservatorio di Bologna e all’accademico del Conservatorio di Vibo Valentia. Sono stati stampati i suoi quartetti per archi, ascoltabili anche su Spotify e iTunes, fa parte di GuerzonCellos.

 

(v.g.)