Imola, 24 luglio. Il presidente della Regione, Stefano Bonaccini e l’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini, ufficializzano la terza data italiana del GP di F1 che si terrà a Imola domenica 1 novembre.

Alla presenza del presidente di Formula Imola, Uberto Selvatico Estense, del commissario prefettizio del Comune di Imola Nicola Izzo e del presidente del Con.Ami, Fabio Bacchilega, l’annuncio in diretta dalla sala stampa (virtuale) della Regione.

E’ fatta. il “Circus”, che mancava dalle rive del Santerno dal 2006, tornerà a farvi tappa in novembre. Il Gran premio – il primo denominato “Formula 1 Emirates GP dell’Emilia-Romagna” – si svolgerà in piena fase (speriamo) post Covid. Pubblico ancora in forse, in ragione dell’evoluzione della pandemia. Ultimo dei 3 GP che si svolgeranno in autunno a Monza e al circuito toscano del Mugello.

Il circuito Enzo e Dino Ferrari di Imola

Tiene banco anche la questione costi, non ancora definiti. Proprio in ragione della presenza o meno di pubblico, e quindi della possibilità di realizzare incassi. Contenti comunque gli albergatori che prevedono, anche se il GP si terrà a  porte chiuse, di potere riempire per quasi una settimana le stanze degli hotel.

Dopo 14 anni (l’ultima edizione disputata sul Santerno risale infatti al 2006, dopo una presenza ininterrotta iniziata nel 1981) l’edizione sarà probabilmente accorciata nel programma. Prove libere sabato 31 ottobre. Qualifiche e gara nella giornata di domenica 1 novembre.

Il commento di Chase Carey, Ceo della F.1: “Siamo lieti di continuare a compiere notevoli progressi nel finalizzare i nostri piani per la stagione 2020 ed entusiasti di dare il benvenuto a Nürburgring, Portimão e Imola nel calendario rivisto. Vogliamo ringraziare promotori, team e Fia per il loro pieno supporto nei nostri sforzi per gareggiare in questa stagione durante un periodo senza precedenti. Vogliamo anche rendere omaggio ai nostri incredibili partner nelle Americhe e non vedo l’ora di tornare con loro la prossima stagione”.

LE DICHIARAZIONI

Stefano Bonaccini, presidente della giunta regionale. “Pensi commissario che starà ancora pochi mesi a Imola ma sarà ricordato come quello che ha riportato la Formula 1. Non avevamo la certezza di riportare il GP a Imola, ma questa regione è abituata a fare sul serio. Appena si è aperto uno spiraglio abbiamo lavorato per rendere concreta la possibilità. Forse pure il tour de France, fra tre o quattro anni, partirà dall’Emilia-Romagna. Oltre a questo moltissimi avvenimenti sportivi si volgeranno quest’anno in Emilia-Romagna. Doppio moto GP a Misano per la prima volta nella storia. Oggi torna anche la F1 che per il seguito che ha vale come il campionato di calcio. La musica assieme allo sport sono i 2 formidabili veicoli per la promozione del territorio. Noi scommettiamo sul racconto di questa terra, sul racconto dello sport. “Motor Valley”. Ne abbiamo fatto un brand turistico in tutto il mondo dopo la Fiera di Milano. La Formula 1 ha a che fare con questa terra in modo indissolubile. Auto fantastiche e il circuito di Imola. Questa è una occasione unica da cogliere al volo. Grazie a chi ci ha creduto e ha lavorato. Abbiamo fiducia che anche qualcuno in più potrà assistere di persona all’evento oltre ai mille posti che prevede il decreto. Siamo determinati a far sì che questo non rimanga un unicum ma speriamo che la F1 venga organizzata anche nei prossimi anni, ci piacerebbe in forma stabile. E’ una bellissima opportunità per Imola e l’Emilia-Romagna. Noi siamo una terra che al rombo dei motori siamo legati indissolubilmente. L’indotto in termini di visibilità e promozione ci vedrà protagonisti”.

Uberto Selvatico Estense, presidente di Formula Imola. “E’ una grande emozione e un grande onore essere qui oggi. Grazie a un lavoro di squadra molto efficace fatto con le istituzioni siamo arrivati al risultato superando tutti gli ostacoli. Grazie anche al supporto di Con.Ami e del comune di Imola. Sotto il profilo tecnico abbiamo ricevuto i complimenti dell’ispettore FIA che ha riscontrato una struttura più avanzata da quello che si aspettava. Soprattutto dal punto di vista della sicurezza. Se faremo una bella figura sarà bello proseguire negli anni successivi questa esperienza”.

 

Andrea Corsini, assessore regionale al turismo. “Il grande circo della Formula 1 dopo 14 anni torna a Imola. Ringrazio tutti e posso finalmente annunciare che il 1 novembre il GP torna a Imola. Questo suscita in noi grandi ricordi. Imola è un pezzo della formula 1. La regione Emilia-Romagna è la terra dei motori. L’evento non potrà che promuovere il nostro territorio e fare marketing territoriale. Questo ci aiuterà nella fase della ripartenza del turismo e dell’economia della nostra regione. Noi metteremo 1 milione di euro nel progetto. Risorse che verseremo a Con.Ami. Il sogno diventa realtà”.

Nicola Izzo, commissario straordinario del comune di Imola. “Oggi si celebra una vittoria per Imola. La città aspettava da 14 anni questo evento e finalmente è arrivato. Un augurio per il futuro. Che si possa riproporre questo evento negli anni successivi”.

Fabio Bacchilega, presidente Consorzio Ami. “E’ un piacere potere testimoniare la felicità di tutti i sindaci che compongono il Con.Ami. La ricaduta economica sul territorio sarà importante. Porteremo la visibilità di Imola nel mondo come 14 anni fa. Questo farà molto bene alla città. La sostenibilità economica dell’operazione (si parla delle sole spese organizzative richieste da Liberty Media) è garantita da Con.Ami”.

(Verner Moreno)