Un pescatore imolese ultraottantenne, domenica 26 luglio, aveva deciso di andare a pesca nel fiume Senio in territorio ravennate. Purtroppo per lui, non si è rivelata per niente una buona idea. Non vedendolo rientrare, verso sera i familiari hanno lanciato l’allarme.

Così è stato individuato il suo corpo ormai senza vita in acqua. I soccorritori hanno individuato il suo ciclomotore in località Tebano, non lontano dalla chiusa sul fiume.
Sono poi intervenuti i sommozzatori dei vigili del fuoco per la ricerca e il recupero della salma. L’esame del cadavere ha escluso segni riconducibili in maniera evidente ad altre persone. Tra le ipotesi più accreditate, quella di un malore e di una conseguente caduta
in acqua.