Faenza. “Costruire una alleanza larga e plurale, nella profonda convinzione che sia necessario un pensiero nuovo per Faenza, che abbia origine dall’incontro fra punti di vista diversi”, è su queste basi che la coalizione di centrosinistra ha scelto Massimo Isola come candidato alle elezioni amministrative del prossimo settembre.

Massimo Isola

Intanto sono stati resi noti i gli obiettivi e i temi salienti della campagna elettorale di Isola: scuola, imprese, ripartenza delle attività sportive e culturali, gestione della situazione socio-sanitaria post Covid-19 (“mettendo in conto” nuove possibili situazioni di emergenza da gestire).

Lavoro in team è il concetto base di questa coalizione di centrosinistra, assieme alla consapevolezza che per Faenza ci sono delle questioni di dettaglio, importanti nella vita delle persone, che vanno affrontate subito: dalla necessità di una nuova palestra per l’attività sportiva dei nostri ragazzi alla ricostruzione della Chiesa dei Servi e di Case Manfredi; dalla gestione del rapporto tra università e cantina a Tebano alla ripartenza dell’Università per adulti, con i suoi oltre 1000 iscritti; dalla gestione di spazi come Palazzo del Podestà e il complesso Ex Salesiani all’individuazione di nuovi spazi per la Biblioteca manfrediana assieme alla rivalorizzazione delle risorse turistico-culturali e imprenditoriali duramente colpite dall’emergenza sanitaria ancora in atto.

La scuola rappresenta il primo punto “di azione”, il primo obiettivo che la coalizione di Isola si è preposto, assieme alla riorganizzazione dei servizi socio sanitari (riequilibrando i posti pubblici e privati post-emergenza Covid), il riordino ospedaliero, una nuova pianificazione urbanistica, il sostegno attivo e partecipativo dell’occupazione (con incentivi per le imprese e snellimento della burocrazia) e un collegamento più attivo tra imprese e scuola.

Importante è anche la questione ambientale, che va affrontata in maniera consapevole e razionale, in modo da coinvolgere ambiti come la mobilità, l’ urbanistica, le energie rinnovabili e lo sviluppo sostenibile.

Infine, tra gli obiettivi della potenziale “Amministrazione Isola” non mancano ovviamente il potenziamento e la valorizzazione delle attività e delle risorse artistico – culturali, ceramiche e folkloristiche della città di Faenza, con l’ obiettivo di candidarla a Città Unesco.

(Annalaura Matatia)