Carmen Cappello

Imola. La candidata sindaca Carmen Cappello incontra associazioni di volontariato e organizzazioni che operano nel sociale per parlare dei temi legati alle problematiche delle disabilità. L’appuntamento, promosso dalla lista civica della Cappello, è previsto giovedì 30 luglio alle 20 nel parco dell’Osservanza, presso il chiosco “Sicilia Bedda”.
Al centro dell’incontro, le fragilità e i problemi legati alle disabilità fisiche e alle limitazioni cognitive. Tra i vari temi, la Cappello discuterà con le associazioni che operano sul territorio delle problematiche connesse all’inserimento dei bambini autistici nelle scuole, nonché delle azioni che è possibile intraprendere, alla luce del fatto che, al di là del prezioso lavoro che ogni giorno svolgono le associazioni.
Saranno presenti diverse realtà che operano a Imola e dintorni. Tra queste, “Imola Autismo anche Noi ci siamo”, associazione che nasce con gli obiettivi di potenziare le autonomie personali delle persone con disturbi dello spettro autistico, ricercando nuove opportunità in ambito sportivo, lavorativo e del tempo libero.

Ci saranno rappresentanti de “La Giostra”, punto di riferimento per famiglie di persone diversamente abili, che promuove lo stato di benessere dei disabili e dei loro familiari, con iniziative che favoriscono l’integrazione scolastica, lavorativa, occupazionale e sociale. All’incontro non mancherà l’associazione “Officina Sant’Ermanno”, specializzata nell’educazione musicale e teatrale attraverso l’uso della musicoterapia, con l’obiettivo di ampliare la formazione a tutti i settori del mondo del lavoro.

Ci sarà, inoltre, Seacoop, cooperativa sociale che progetta ed eroga servizi rivolti all’infanzia, al sostegno scolastico, ai giovani, alle persone disabili, agli anziani e alle persone affette da disagio psichico.

Ci saranno gli artisti di “Estro”, realtà nata da alcuni artisti che hanno deciso di unire le proprie arti e conoscenze in uno spazio condiviso, offrendo al proprio pubblico la possibilità di avvicinarsi alla loro arte e non solo. Sarà presente anche il “Gruppo Amici Insieme”, onlus di disabili e non, che da oltre 30 anni si occupa di disabilità e tempo libero.

È prevista inoltre la partecipazione di “Apri le ali”, che promuove un modello di istruzione alternativo e innovativo, a ispirazione ecologica e ambientale, rivolto ai bambini dai 5 ai 13 anni. Infine, ci sarà “Edu In-formazione”, scuola di calcio nata sotto il patrocinio di Aiac (Associazione italiana allenatori calcio) con lo slogan “Sport per tutti calciando la Dis-Abilità”.